Ministère de la culture Inrap

Stampa il programma

Select your region or print the program.

217 risultati
Abruzzo, Chieti, San Salvo

Museo civico e area archeologica Porta della Terra

corso Umberto I,9

visita guidata gratuita dalle 17 alle 20

Visita guidata

Museo civico e parco archeologico Porta della Terra

Gratuito

Sabato 18 giugno de 17:00 à 20:00

Qualunque pubblico

Abruzzo, Chieti, Chieti

Museo Archeologico Nazionale La Civitella

via S. Pianell 66100 Chieti

https://www.musei.abruzzo.beniculturali.it/musei?mid=316&nome=museo-archeologico-nazionale-la-civite

Attraverso la simulazione di uno scavo archeologico impareremo a riconoscere semi e ossi animali e a scoprirne l'utilità come fonti per ricostruire la dieta delle comunità vissute nel passato.
Laboratorio a cura di Associazione Mnemosyne per RT musA Connessioni per la Cultura

Workshop

Storie dalla Terra: l'alimentazione nel mondo antico
Laboratorio di scavo con approfondimento sul tema dell'alimentazione nel mondo antico
Attività gratuita
Biglietto di ingresso al Museo a pagamento per gli adulti (intero euro 4,00; ridotto euro 2,00)
Numero di posti limitato, prenotazione obbligatoria al n.338/4425880 oppure a mancivitella@musabc.it

Gratuito

Sabato 18 giugno de 15:30 à 16:30

Bambini, Famiglie

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Abruzzo, Chieti, Chieti

Museo Archeologico Nazionale Villa Frigerj

via Guido Costanzi

Come un antico artigiano, con argilla e stampi realizzeremo statuette e lucerne simili a quelle esposte nel museo.
Laboratorio a cura di Associazione Oltremuseo per RT musA Connessioni per la Cultura

Workshop

Nell'officina di un artigiano
Laboratorio di manipolazione con realizzazione di un manufatto
Biglietto di ingresso al Museo a pagamento per gli adulti (intero euro 4,00; ridotto euro 2,00)
Numero di posti limitato, prenotazione obbligatoria al n.339/6762505 oppure a mandafrigerj@musabc.it

Gratuito

Sabato 18 giugno de 18:00 à 19:00

Bambini, Famiglie

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Abruzzo, Chieti, Chieti

Terme romane di Chieti

Via delle Terme Romane, snc- 66100 Chieti CH

Terme della città romana di Teate Marrucinorum il cui impianto è relativo al periodo di municipalizzazione della città e il cui utilizzo perdura in età imperiale

Visita guidata

Visita guidata alle Terme romane di Chieti
Apertura straordinaria e visita ad uno dei siti archeologici emblematici della Teate romana

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 16:00 à 17:00 et de 17:00 à 18:00
Scuole :

Elementari, Medie, Superiori

Abruzzo, Chieti, Crecchio

Museo dell'Abruzzo Bizantino ed Altomedievale

piazza Castello,4

visita guidata gratuita dalle 10 alle 13

Visita guidata

Museo dell'Abruzzo Bizantino ed Altomedievale
visita guidata gratuita dalle 10 alle 13

Gratuito

Domenica 19 giugno de 10:00 à 13:00

Qualunque pubblico

Abruzzo, Chieti, Montenerodomo

Museo e area archeologica di Iuvanum

Fonticelle, 66010, Montenerodomo, Chieti

visita guidata dalle 10 alle 14

Visita guidata

Museo e area archeologica di Iuvanum
visita guidata gratuita dalle 10 alle 14

Gratuito

Sabato 18 giugno de 10:00 à 14:00

Qualunque pubblico

Abruzzo, Chieti, Chieti

Complesso Archeologico La Civitella - Anfiteatro romano

Via G. Pianell 66100 Chieti

https://www.musei.abruzzo.beniculturali.it/musei?mid=316&nome=museo-archeologico-%20%20%20nazionale-

L'anfiteatro, destinato ai giochi gladiatori e datato al I sec. d.C., sorge sulla spianata naturale alle pendici della Civitella dove la via Tiburtina Valeria, proveniente da Roma, entrava in città

Visita guidata

Scopri l'anfiteatro con gli studenti del Liceo Classico “G.B.Vico“
Gli studenti raccontano la storia dell'anfiteatro e di personaggi illustri dell'antica Teate.
E’ il momento conclusivo di un percorso PCTO iniziato con laboratori di archeologia, storia, letteratura classica, comunicazione a cura del Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze Sociali dell’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” di Chieti-Pescara e proseguito con i laboratori didattici al museo e all'area archeologica svolti dalla RT “musA connessioni per la cultura“ concessionaria dei servizi concernenti attività culturali e didattiche presso la DRM Abruzzo

Gratuito

Domenica 19 giugno de 18:00 à 19:00 Sabato 18 giugno de 10:00 à 11:00 et de 18:00 à 19:00

Qualunque pubblico

Scuole :

Medie, Superiori

Accessibilità

Disabilità mentale

Abruzzo, Chieti, Lanciano

Polo Museale Santo Spirito

Via Santo Spirito 77, 66034, Lanciano, Chieti

visita guidata gratuita dalle 17 alle 20

Visita guidata

Polo Museale Santo Spirito
visita guidata gratuita dalle 17 alle 20

Gratuito

Sabato 18 giugno de 17:00 à 20:00

Qualunque pubblico

Abruzzo, L'Aquila, Castel di ieri

Lungo la via Valeria: il tempio di Castel di Ieri

Strada Provinciale 9, Marsicana - tra Castel di Ieri e Goriano Sicoli

http://su-aq.beniculturali.it/index.php?it/167/soprintendenza

Il sito archeologico è caratterizzato dalla presenza di un tempio risalente al II sec. a.C. e monumentalizzato nel secolo seguente, costruito in prossimità di un più antico tempio, ora interrato, di cui sono stati riutilizzati anche i materiali. Il secondo tempio, di cui si conserva il podio in opera poligonale, rivestito da lastre calcaree, era caratterizzato da cella tripartita con pavimentazione a mosaico.

Visita guidata

Lungo la via Valeria: il tempio di Castel di Ieri
Visita guidata all'area sacra condotta dai funzionari archeologi della Soprintendenza ABAP L'Aquila-Teramo.

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 16:00 à 16:45 et de 17:00 à 18:00

Bambini, Famiglie, Adulti, Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Accesso persone con mobilità ridotta

Abruzzo, L'Aquila, Ortucchio

Alle origini della storia, La grotta di Ortucchio

piazza Castello - Castello Piccolomini Ortucchio

Il territorio di Ortucchio, affacciato sull’antico lago Fucino prosciugato nell’Ottocento, ha restituito numerose testimonianze archeologiche in epoca preistorica e protostorica: dalle grotte alle prime manifestazioni artistiche, attraverso le innovazioni tecnologiche del Neolitico e dell’età del Rame e del Bronzo.
Da sempre l'area del Fucino, situata nel cuore della Marsica, ha ricoperto un ruolo fondamentale per le popolazioni antiche, grazie alle sue caratteristiche climatiche e ambientali, e ha conosciuto un intenso popolamento, come provano gli importanti rinvenimenti che abbracciano un ampio arco cronologico.

Visita guidata

Alle origini della storia: la grotta di Ortucchio
Passeggiata archeologica, con partenza dal Castello Piccolomini, nei luoghi che videro la presenze più antiche dell'uomo nel Fucino. Un percorso che conduce alla grotta di Ortucchio (o dei Porci), dove ancora è possibile riconoscere il rapporto con l'ambiente cirostante.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 10:00 à 13:00

Qualunque pubblico

Abruzzo, L'Aquila, Luco dei Marsi

Santuario di Angizia - Luco dei Marsi

Località Santa Maria delle Grazie

Il santuario, riportato alla luce nel corso degli scavi degli anni Duemila, ha restituito la testimonianza diretta del culto di Angizia, in uno spazio terrazzato, dove tra differenti edifici mostrano l'evoluzione nel corso dei secoli.

Visita guidata

Visite guidate
Un percorso nei luoghi sacri della dea Angizia, nel santuario affacciato lungo le sponde dell'antico lago Fucino, dove giungevano numerosi fedeli per offrire alla divinità i doni e rivolgerle le preghiere

Gratuito

Sabato 18 giugno de 15:00 à 18:00

Qualunque pubblico

Abruzzo, L'Aquila, Avezzano

Avezzano - villa romana

112,12 via Tiburtina Valeria - Avezzano

Una villa nell'antico territorio della città di Alba Fucens, con il settore residenziale e aree dedicate alle attività produttive.
Un esempio dell'organizzazione in età romana dell'area gravitante sul lago Fucino, oggi prosciugato.

Workshop

Tessera su tessera - Laboratorio di mosaico
Attività di laboratorio per bambini e bambine, davanti al mosaico della villa. Con le tessere si ricompone una porzione di pavimento e si gioca insieme.
Su prenotazione (tel. 339/7431107)

Gratuito

Sabato 18 giugno de 16:30 à 18:30

Bambini

Scuole :

Elementari

Visita guidata

Una villa di campagna
Visite guidate a cura di archeologi professionisti in una villa di campagna che ha conservata intatta la disposizione degli ambienti e alcuni elementi di pregio, come il mosaico figurato.
All'interno del vicino centro commerciale sono esposti reperti rinvenuti durante lo scavo.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 10:30 à 12:30

Qualunque pubblico

Abruzzo, L'Aquila, Fossa (AQ)

Necropoli di Fossa

Via della necropoli, Fossa (AQ)

http://su-aq.beniculturali.it/index.php?it/167/soprintendenza

La necropoli di Fossa è uno dei principali siti archeologici del centro Italia. Le tombe più antiche, risalenti alla prima età del Ferro sono costituite da grandi tumuli delimitati da circoli di pietre collegati, nel caso delle sepolture maschili, a stele lapidee infisse verticalmente nel terreno. Dal VI sec. a.C. si afferma l’uso della tomba a fossa. Nel II-I sec. a.C. vengono realizzate monumentali tombe a camera tra i cui oggetti di corredo sono presenti i letti funerari decorati con elementi in osso.

Visita guidata

Visite guidate a cura dell'Associazione “Semi sotto la pietra“

Gratuito

Domenica 19 giugno de 10:00 à 13:00 et de 15:00 à 18:00Sabato 18 giugno de 10:00 à 13:00 et de 15:00 à 18:00Venerdì 17 giugno de 10:00 à 13:00 et de 15:00 à 18:00

Qualunque pubblico

Abruzzo, L'Aquila, Prata d'Ansidonia (AQ)

Sito archeologico di Peltuinum

Via Principe Umberto, Prata d'Ansidonia (AQ)

http://su-aq.beniculturali.it/index.php?it/167/soprintendenza

Sul pianoro attraversato dal tratturo, alla metà del I sec. a.C., fu fondata la città, pianificata proprio per la gestione e il controllo dei proventi della transumanza, ma anche per lo sfruttamento agricolo. Si sono preservate nel tempo e sono tuttora visibili alcune strutture pubbliche (mura, tempio, teatro, cisterne).

Visita guidata

Via dalla pazza folla. Peltuinum: paesaggio archeologico e natura.
Visite guidate a cura dell'Università Sapienza di Roma.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 10:00 à 13:00 et de 15:30 à 18:30Domenica 19 giugno de 10:00 à 13:00

Qualunque pubblico

Abruzzo, L'Aquila, L'Aquila

Complesso archeologico di Forcona - Civita di Bagno

SR5 bis via Marsicana Civita di Bagno (L'Aquila)

http://su-aq.beniculturali.it/index.php?it/167/soprintendenza

Il complesso monumentale di età romana risulta edificato su un vasto terrazzo tra il lago di Bagno e l’area della cattedrale di San Massimo. Il grandioso terrazzamento ospitò per oltre cinque secoli edifici notevoli per dimensioni, impianto planimetrico e decorazioni, in parte a valenza residenziale, in parte legati alla presenza dell’acqua.

Visita guidata

Visita didattica
Come lavora l'archeologo? Visita guidata per bambini dai 5 ai 10 anni nel complesso archeologico di Forcona

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 10:00 à 11:00 et de 11:00 à 12:00

Bambini, Famiglie

Visita guidata

Il complesso archeologico di Forcona apre le porte
Visite guidate nel sito archeologico di Forcona

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 17:00 à 18:00 et de 18:00 à 19:00Domenica 19 giugno de 10:00 à 11:00 et de 11:00 à 12:00

Qualunque pubblico

Abruzzo, L'Aquila, Corfinio (AQ)

Corfinio

Via del Liceo, 2 - Corfinio (AQ)

http://su-aq.beniculturali.it/index.php?it/167/soprintendenza

Il Museo raccoglie una ricca collezione di reperti frutto delle numerose campagne di scavi del XIX e XX secolo. Il museo è dedicato alla memoria di Antonio De Nino, noto studioso dell’archeologia, della storia e dei costumi abruzzesi. Parte dei reperti esposti provengono proprio dall’opera di De Nino, che effettuò scavi a Corfinio negli ultimi decenni del XIX secolo.

Visita guidata

Museo aperto
Visita guidata nel museo archeologico a cura della Pro loco di Corfinio

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 17:00 à 19:00 Domenica 19 giugno de 10:00 à 13:00 et de 16:00 à 19:00Sabato 18 giugno de 10:00 à 13:00 et de 16:00 à 19:00

Qualunque pubblico

Abruzzo, L'Aquila, Cansano

Parco archeologico di Ocriticum - Cansano (AQ)

Loc. Polmare, 67030 Cansano (AQ)

http://su-aq.beniculturali.it/index.php?it/167/soprintendenza

Il parco archeologico comprende parte dell’insediamento italico romano di Ocriticum costituito da abitato necropoli e santuario. Quest’ultimo risulta realizzato su un’area delimitata da un recinto sacro (temenos), posta su due livelli terrazzati: il livello superiore ospita i templi maggiori, uno di epoca italica (IV sec. a.C.) dedicato ad Ercole e uno di epoca romana (I sec. a.C.) dedicato a Giove; nel secondo livello, ad ovest del terrazzo superiore, è conservato il piccolo tempio delle divinità femminili, Cerere e Venere (II sec. a. C.).

Visita guidata

Tramonto sui templi di Ocriticum. Visita guidata con intermezzi teatrali
a cura dell'Associazione culturale “MajaMé“: voce recitante sara Di Sciullo, Chitarra classica: Pasquale Di Giannantonio dott.ssa Simona Balassone

Gratuito

Domenica 19 giugno de 19:00 à 21:00

Qualunque pubblico

Abruzzo, L'Aquila, Cansano

Centro di documentazione Ocriticum - Cansano (AQ)

Via Umberto I, Cansano (AQ)

Inaugurato nel 2004 insieme al Parco Archeologico di Ocriticum, il Centro di Documentazione di Cansano espone parte dei reperti rinvenuti nel corso delle campagne di scavo effettuate nell’area sacra di Ocriticum, rinvenuti in due precisi contesti riferibili a grandi depositi votivi individuati presso il tempietto delle divinità femminili e presso il tempio italico.

Visita guidata

Apertura e visita gratuita a cura dell'amministrazione comunale

Gratuito

Domenica 19 giugno de 10:30 à 13:00 et de 16:30 à 19:00Sabato 18 giugno de 10:30 à 13:00 et de 16:30 à 19:00

Qualunque pubblico

Abruzzo, L'Aquila, Celano

Castello Piccolomini - Collezione Torlonia

Largo Cavalieri di Vittorio Veneto, 67043, Celano

Avete mai visto una fiocina per pescare? Sapete che aspetto avevano le città affacciate sul Lago Fucino 2000 anni fa? Se la risposta è no, venite al Castello Piccolomini a scoprirlo! Una visita guidata di circa 40 minuti vi porterà indietro nel tempo e vi farà conoscere i tesori archeologici emersi durante il prosciugamento del Lago Fucino, avvenuto per opera di Alessandro Torlonia alla fine del 1800.
A cura di associazione AntiquaE in partenariato con AMBeCO’-Lanciavicchio-ASAS-The Factory.

Visita guidata

Sotto l'acqua del lago prosciugato
Visita guidata rivolta a bambini, famiglie e adulti alla scoperta dei reperti archeologici della Collezione Torlonia, rinvenuti durante il prosciugamento del Lago Fucino. Si scoprirà come il territorio sia stato modificato in epoca romana, con la costruzione dell'incile, e dal drastico intervento del principe Alessandro Torlonia.
Ingresso al Museo: intero 4 euro; ridotto: 2 euro; gratuito fino a 18 anni.
Costo attività: 8 euro a persona.
Numero minimo di partecipanti: 10 persone.
PRENOTAZIONE NON OBBLIGATORIA, MA CONSIGLIATA.
Per informazioni e prenotazioni scrivere a turismo@ambeco.org.

8.00 €

Sabato 18 giugno de 11:00 à 13:00 Sabato 18 giugno de 16:00 à 18:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità mentale

Abruzzo, Pescara, Manoppello

Visita guidata alla Villa romana di Manoppello

Via Santa Maria Arabona, 65024, Manoppello, Pescara

Visita guidata al sito della villa romana nei pressi dell'Abbazia di S. Maria Arabona

Visita guidata

Visita alla villa romana di Manoppello
Visita gratuita al sito archeologico della villa romana in contrada S. Maria Arabona nel comune di Manoppello (PE)

Gratuito

Sabato 18 giugno de 09:30 à 10:30 et de 10:30 à 11:30

Qualunque pubblico

Scuole :

Medie

Abruzzo, Teramo, Campli

Museo Archeologico Nazionale di Campli

Piazza S. Francesco, 6 64012 Campli (TE)

Laboratorio e visita guidata per bambini e famiglie dedicati al popolo dei Pretuzi
Attività a cura di Diarte ETS per musA Connessioni per la cultura

Visita guidata

I Pretuzi. Dall'inizio alla fine
La visita guidata condurrà i partecipanti attraverso un percorso che racconterà dell'antico popolo dei Pretuzi attraverso le testimonianze materiali.
L’attività si svolgerà al raggiungimento di minimi 7 partecipanti, prenotazione obbligatoria al n.3290607021 solo via whatsapp o all’indirizzo email mancampli@musabc.it

Gratuito

Sabato 18 giugno de 11:30 à 12:30

Bambini, Famiglie

Accessibilità

Disabilità mentale

Workshop

Ricostruiamo un tumulo
Il laboratorio mira ad approfondire la conoscenza della più nota tipologia di sepoltura della necropoli di Campovalano, il tumulo, attraverso la sua ricostruzione.
L’attività si svolgerà al raggiungimento di minimi 7 partecipanti, prenotazione obbligatoria al n.3290607021 solo via whatsapp o all’indirizzo email mancampli@musabc.it

7.00 €

Sabato 18 giugno de 10:00 à 11:00

Bambini

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità mentale

Abruzzo, Teramo, Giulianova

Loggiato "R. Cerulli"

Piazza Belvedere - GIULIANOVA

Deposito Archeologico “Sotto Belvedere“

Porte aperte

Il sarcofago si mostra. La tutela archeologica tra recupero e valorizzazione
Incontro con il Comando Carabinieri Tutela del Patrimonio Culturale-Nucleo TPC di L'Aquila per presentare il recupero del sarcofago lapideo da Tortoreto e raccontare le attività di tutela sul territorio.
Période(s) archéologique(s) :

Antichità

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 18:00 à 20:00

Qualunque pubblico

Abruzzo, Teramo, Teramo

Sede Soprintendenza ABAP per le Province di L'Aquila e Teramo

Corso de Michetti 1 - TERAMO

Laboratorio di Restauro

Porte aperte

Reperti archeologici svelati.
Visita guidata al cantiere di restauro di alcuni reperti archeologici lapidei provenienti dal territorio della provincia di Teramo.
Période(s) archéologique(s) :

Antichità

Gratuito

Sabato 18 giugno de 17:30 à 20:00

Qualunque pubblico

Basilicata, Matera, Bernalda

Museo Archeologico Nazionale di Metaponto-Tempio di Hera/Tavole Palatine

Museo: 21 Via Dinu Adamesteanu 75010 Metaponto
Tempio di Hera/Tavole Palatine: S.S. 106 Jonica 75012 Bernalda

http://musei.basilicata.beniculturali.it

L'Heraion delle Tavole Palatine. Tra vecchi e nuovi racconti
Dalle 16:30 alle 18:00 visita guidata nelle sale del Museo Archeologico Nazionale di Metaponto sui santuari metapontini e focus sulle decorazioni architettoniche dei tetti metapontini con materiale proveniente dai depositi del museo.
Dalle 18:30 alle 20:00 visita guidata al Tempio di Hera/Tavole Palatine e presentazione dei nuovi dati di scavo condotta dagli archeologi dell'équipe del Prof. Carlo Rescigno presso l'Antiquarium.

Visita guidata

L'Heraion delle Tavole Palatine. Tra vecchi e nuovi racconti
Visita guidata sui santuari metapontini con un focus dedicato alle decorazioni architettoniche dei tetti dei templi.
In questa occasione saranno esposti alcuni frammenti architettonici custoditi nei depositi del museo di Metaponto.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 16:30 à 18:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Visita guidata

L'Heraion delle Tavole Palatine. Tra vecchi e nuovi racconti
Visita guidata nell'area archeologica del Tempio delle Tavole Palatine con la presentazione dei nuovi dati di scavo condotta dagli archeologi dell'équipe del Prof. Carlo Rescigno (Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli - Scuola Superiore Meridionale).

Gratuito

Domenica 19 giugno de 18:30 à 20:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Basilicata, Matera, Policoro

Museo Archeologico Nazionale della Siritide

1 Piazza Aldo Moro 75025 Policoro

https://www.policoro.basilicata.it

Giornate di Studio “Eraclea. Tra Taranto e Roma“
Momento di confronto scientifico a conclusione della mostra “Le Tavole di Eraclea. Tra Taranto e Roma“.

Conferenza

Giornate di Studio “Eraclea. Tra Taranto e Roma“
Momento di confronto scientifico a conclusione della mostra “Le Tavole di Eraclea. Tra Taranto e Roma“.
Sala consiliare - Municipio di Policoro (MT)

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 10:00 à 18:10

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Conferenza

Giornate di Studio “Eraclea. Tra Taranto e Roma“
Momento di confronto scientifico a conclusione della mostra “Le Tavole di Eraclea. Tra Taranto e Roma“.
Sala consiliare - Municipio di Policoro (MT)

Gratuito

Sabato 18 giugno de 10:00 à 12:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Visita guidata

Giornate di Studio “Eraclea. Tra Taranto e Roma“
Visita guidata alla mostra “Le Tavole di Eraclea. Tra Taranto e Roma.
Museo Archeologico Nazionale della Siritide (Policoro, MT)

Gratuito

Sabato 18 giugno de 15:00 à 17:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Basilicata, Matera, Matera

Museo Nazionale di Matera - Museo Domenico Ridola

Via Domenico Ridola 24, 75100, Matera

https://www.museonazionaledimatera.it/

Il Regio Museo Domenico Ridola fu istituito il 9 febbraio 1911 con Legge del Parlamento (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del Regno d’Italia il 25 febbraio 1911). La Legge approvava la cessione gratuita allo Stato, da parte dell’illustre medico, archeologo e senatore Domenico Ridola, della sua raccolta archeologica, dapprima ospitata in quattro ambienti del Regio Liceo Classico “E. Duni” e successivamente trasferita nell’ex convento di Santa Chiara, concesso dal Comune di Matera in perpetuo allo Stato.

Esposizione

Esposizione del “Denario in argento di età repubblicana degli ‘Insorti Italici’“
In occasione delle Giornate Europee dell'Archeologia sarà esposta presso il Museo Nazionale di Matera, sede Museo Ridola, una moneta in argento di età repubblicana recuperata nel 2014 dal Nucleo Carabinieri TPC di Bari, su segnalazione dell’Osservatorio per i beni numismatici dell’allora MIBACT.

La moneta, fino a questo momento conservata presso la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Basilicata di Potenza, verrà esposta per la prima volta durante queste giornate.

5.00 €, Ci sono tariffe scontate

Domenica 19 giugno de 09:00 à 20:00 Sabato 18 giugno de 09:00 à 20:00 Venerdì 17 giugno de 09:00 à 20:00

Qualunque pubblico

Visita guidata

Visite guidate alla mostra “Da Matera a Pompei. Viaggio nella bellezza”
Il Museo Archeologico Nazionale “Domenico Ridola” ha predisposto (10:30, 12:30, 15:00, 16:30), visite gratuite guidate dal personale del museo, comprese nel prezzo del biglietto di ingresso al museo, alla mostra “Da Matera a Pompei. Viaggio nella bellezza”.

È richiesta la prenotazione attraverso i canali social del museo. Chi prenoterà la visita riceverà in omaggio una copia della guida breve della mostra.

5.00 €, Ci sono tariffe scontate

Venerdì 17 giugno de 10:30 à 16:30

Qualunque pubblico

Workshop

Laboratorio didattico: “Un giorno da Greci”
Laboratorio didattico rivolto a bambini e bambine finalizzato a favorire un avvicinamento alla storia antica e un approccio ludico alla conoscenza delle epoche preistoriche.

L’attività è divisa in due parti: in una prima fase i ragazzi saranno divisi in gruppi e invitati a cimentarsi nella ricostruzione di riproduzioni di resti di vasi di età classica decorati con la caratteristica tecnica a figure rosse e nere; in una seconda fase saranno invitati a individuarne forma e uso su una scheda e successivamente a descrivere le scene e i personaggi rappresentati.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 10:00 à 12:30

Bambini

Spettacolo

Duo Eos in concerto
Duo Eos

Maria Concetta Guglielmo, flauto

Giuseppe Di Paola, fisarmonica

Inizio ore 12:00



Il Museo Nazionale di Matera aderisce alla 28° edizione della Festa della Musica e, in collaborazione con l’associazione LAMS di Matera, propone un evento musicale.



Composto da due giovani musicisti, il Duo Eos è risultato vincitore del 22° Concorso Internazionale Premio Lams Matera nella categoria “Musica da camera”.

5.00 €, Ci sono tariffe scontate

Domenica 19 giugno de 12:00 à 12:45

Qualunque pubblico

Basilicata, Potenza, Rionero in Vulture

Area del Vulture

Area del Vulture

Un viaggio nella storia locale nell'ambito sportivo e storico con la storia dello sport delle bocce in Basilicata. Passeggiate naturalistiche alle Cascate di Monticchio, nella Riserva Naturalistica “Le Grotticelle“ di Monticchio (PZ) che protegge la farfalla Bramea del Vulture, un autentico fossile vivente e conserva i ruderi del Castello longobardo. Il viaggio nel Monachesimo tra Basiliani e Benedettini ai Laghi di Monticchio (PZ).

Conferenza

Presentazione del libro “Mai lunga. Il racconto dello sport delle bocce in Basilicata“ di Angela Laguardia.
Presentazione del libro “Mai lunga. Il racconto dello sport delle bocce in Basilicata“ di Angela Laguardia.
Bocciodromo Villa FS - Rionero in V. (PZ)

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 18:00 à 20:00

Qualunque pubblico

Visita guidata

Passeggiata nella Riserva Naturale “Le Grotticelle“ di Monticchio (PZ)
Passeggiata nella Riserva Naturale “Le Grotticelle“ di Monticchio (PZ) che protegge la farfalla Bramea del Vulture, un autentico fossile vivente e conserva i ruderi del Castello longobardo andando poi alla scoperta delle Cascate di Monticchio. Al termine, cena conviviale nella piazzetta di Monticchio Bagni

Gratuito

Sabato 18 giugno de 17:00 à 22:00

Qualunque pubblico

Visita guidata

Viaggio nel Monachesimo tra Basiliani e Benedettini
Visita guidata al parco archeologico del complesso monastico dell'Abbazia di Sant'Ippolito in Monticchio Laghi.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 17:00 à 19:00

Qualunque pubblico

Basilicata, Potenza, Venosa

Città di Venosa - Museo e Parco Archeologico - Casa di Orazio

Museo e Parco Archeologico di Venosa
Casa di Orazio
Centro storico di Venosa
via Vittorio Emanuele II - 85029 Venosa (POtenza)

Visite guidate presso il cantiere di scavo archeologico nell'anfiteatro romano, nel centro storico dell'antica Venusia e rievocazione storica del ritorno di Quinto Orazio Flacco

Basilicata, Potenza, Melfi

Museo Archeologico Nazionale "Massimo Pallottino"

31 via Normanni 85025 Melfi

Il 18 aprile 2022 alle 17.30 si inaugurerà la mostra “È per sempre“ di Mara Fabbro e Alberto Pasqual, con la curatela di Alessandra Santin, nel Museo Archeologico Nazionale Massimo Pallottino, all’interno del Castello Federiciano di Melfi (PZ). La mostra sarà visitabile fino al 30 ottobre 2022, nelle scuderie e in alcuni spazi del Museo. Gli artisti hanno progettato una serie di opere site specific ispirate ai due preziosi sarcofagi di Atella e Rapolla, nella consapevolezza che il titolo emblematico della mostra È per sempre, in questo contesto apra anche alle categorie del Tempo storico, documentate dai reperti archeologici presenti nel Museo.

Porte aperte

Latte e tintinnabula. Inaugurazione Baby Pit Stop
Venerdì' 17 giugno alla ore 11.00 inaugurazione dello spazio bimbi e del Baby Pit Stop all'interno del museo archeologico nazionale “Massimo Pallottino“. Il museo inclusivo apre le porte alle mamme e ai bimbi per favorire una sosta dedicata all'allattamento e la cambio.

2.50 €, Ci sono tariffe scontate

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Calabria, Catanzaro, Lamezia Terme

Museo archeologico Lametino

Piazza San Domenico

https://www.beniculturali.it/mibac/opencms/MiBAC/sito-MiBAC/Luogo/MibacUnif/Luoghi-della-Cultura/vis

Il Museo si trova nel complesso monumentale di San Domenico a Lamezia Terme in provincia di Catanzaro e raccoglie reperti archeologici provenienti dal comprensorio lametino e non solo, suddivisi in tre sezioni: Preistoria, Magna Grecia e Medioevo.
Tra le teche del periodo greco, il Museo conserva la magnifica Hidrya di Cerzeto, una ceramica a figure rosse perfettamente intatta, testimonianza della presenza della fiorente colonia di Terina sulla piana, la poleis legata alla mitologica sirena Ligea.
Il complesso monumentale è stato anche il luogo di studio del famoso filosofo e teologo Tommaso Campanella, autore de “La città del sole“.Un luogo mistico e pieno di fascino che ben si presta alla funzione di scrigno:il contenitore di un passato prezioso, dall'altrettanta significativa storia.

Accoglienza di gruppi scolastici

Scopri il reperto!
Attività per i più piccoli a cura della dott.ssa Felicia Villella
17.00 Racconti a misura di bambino - Visita guidata kids (6/8 anni di età)
17.30 Laboratorio creativo Scopri il reperto 6/8 anni di età)

Gratuito

Domenica 19 giugno de 17:00 à 18:00

Bambini

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Elementari

Visita guidata

Scopri il Museo!
Accompagnamenti in sala, attività per adulti.
17.30 | 18.30 | 19.30

Gratuito

Domenica 19 giugno de 17:30 à 18:00 Domenica 19 giugno de 18:30 à 19:00 Domenica 19 giugno de 19:30 à 20:00

Adulti

Calabria, Crotone, Crotone

Museo e Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna

via Hera Lacinia, Crotone

Visita a tema rivolta alla figura dell'eroe troiano Enea giunto, secondo il mito, nel santuario Lacinio per recare un dono votivo alla dea Hera

Visita guidata

Sotto il cielo di Enea
Visita guidata al Parco Archeologico di Capo Colonna accompagnati dal direttore, da figuranti in costume oplitico e da un attore che reciterà versi dell'Eneide per rievocare il mitico arrivo dell'eroe troiano presso l'antico santuario della dea Hera Lacinia.

Gratuito

Qualunque pubblico

Calabria, Crotone, Crotone

Museo Archeologico Nazionale di Crotone

Via Risorgimento, 14, 88900 Crotone

Laboratorio didattico sulla ceramica rivolto ai bambini della scuola dell'obbligo e alle loro famiglie

Workshop

Laboratorio didattico incentrato sulle tecniche della produzione ceramica. Il percorso consentirà a bambini e ragazzi di avvicinarsi all’antica tradizione di questa manifattura attraverso una scoperta condivisa e attività di manipolazione.

Bambini, Famiglie

Calabria, Reggio di Calabria, Palmi

Parco Archeologico dei Tauriani

Taureana di Palmi (RC)

Il Parco Archeologico dei Tauriani Palmi (RC) è ubicato nell’area in cui sorgeva l’antica città di Tauriana o Taurianum (prima brettia e poi romana), su un pianoro costiero che domina un tratto della Costa Viola tirrenica calabrese. Tra le evidenze del Parco si segnalano: impianti urbani della città brettia e romana, la “casa del Mosaico”, il “santuario urbano” noto come la “casa di Donna Canfora”, una strada romana, un edificio per spettacoli di forma circolare, la Torre Spagnola del 1500.
Visite guidate su prenotazione a cura del Movimento Culturale “San Fantino“. Per info +39 377 397 6017

Visita guidata

Visita guidata al Parco Archeologico dei Tauriani
Venerdì 17 e Sabato 18 Giugno 2022 visite guidate su prenotazione a cura del Movimento Culturale San Fantino.
Domenica 19 Giugno 2022 visite guidate a cura del Movimento San Fantino, dalle ore 16.00 alle 19.30.
Per info +39 377 397 6017



3.00 €

Domenica 19 giugno de 16:00 à 19:30 Sabato 18 giugno de 16:00 à 19:30 Venerdì 17 giugno de 16:00 à 19:30

Qualunque pubblico

Calabria, Reggio di Calabria, Stilo

Cattolica di Stilo

via Cattolica

https://musei.calabria.beniculturali.it/musei?mid=814&nome=la-cattolica

La Cattolica, adagiata sul versante roccioso del Monte Consolino, è pregevole esempio di architettura bizantina; sorta poco prima dell’avvento dei Normanni in Calabria, ha svolto la funzione di Katholikon, chiesa a uso dei monaci stanziati nelle celle monastiche, laure. La sua scoperta e il suo riconoscimento si devono a Paolo Orsi che la visitò per la prima volta nel 1911 trovandola in condizioni di degrado tali da metterne a rischio la conservazione. Negli anni che seguirono, prima dell’avvento della guerra, si adoperò per realizzare i primi interventi di restauro delle murature e degli affreschi interni che provvide a fotografare e a far disegnare ai suoi
collaboratori. La sua appartenenza alla tradizione
bizantina è manifestata dalle modeste dimensioni e dalla sobriatà spaziale.

Esposizione

Mostra fotografica “Ieri e Oggi: Stilo e la Cattolica“
La mostra, a cura dell'Associazione Trekking Stilaro con la collaborazione della Pro Loco Stilo ed il patrocinio della Città di Stilo, verrà allestita nei viottoli del borgo antico, regalando suggestioni a tutti i visitatori che vorranno scoprire i numerosi cortili, chiese, palazzi storici e scorci che si susseguono protetti dalle mura di cinta e dalle porte medioevali che concorrono a rendere Stilo uno dei borghi da non perdere dell’intera Calabria!
La mostra sarà visitabile gratuitamente dal 17 giugno al 31 agosto 2022.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 20:00 à 23:00 Sabato 18 giugno de 20:00 à 23:00 Venerdì 17 giugno de 20:00 à 23:00

Qualunque pubblico

Circuito di scoperta

Passeggiata culturale in compagnia del Direttore della Cattolica e dell'archeologo prof. Francesco A. Cuteri
Dalla Cattolica al borgo storico di Stilo, alla scoperta degli scorci e della storia di uno dei Borghi più belli d'Italia.

4.00 €, Ci sono tariffe scontate

Sabato 18 giugno de 18:00 à 19:30

Qualunque pubblico

Visita guidata

Percorso tematico “Alla scoperta della Cattolica e del Borgo di Stilo“
Percorso tematico “Alla scoperta della Cattolica e del Borgo di Stilo“, partenza gruppi alle ore 10.00 e alle 17.30 presso l'entrata della Cattolica di Stilo

4.00 €, Ci sono tariffe scontate

Domenica 19 giugno de 10:00 à 11:30 et de 17:30 à 19:00 (Partenza ingresso Cattolica di Stilo)Sabato 18 giugno de 10:00 à 11:30 (Partenza ingresso Cattolica di Stilo)Venerdì 17 giugno de 15:30 à 17:00 et de 17:30 à 19:00 (Partenza ingresso Cattolica di Stilo)

Qualunque pubblico

Calabria, Reggio di Calabria, Gioia Tauro

Giornate Europee dell'archeologia 2022

Le Cisterne Via Roma 410/428 - 89013 Gioia Tauro

Arkeo Identikit!
Attività per i più piccoli a cura della dott.ssa Patrizia Cesari ore 16.30
Museo e spazi temporanei
Attività per adulti, in sala con il direttore!
ore 18.00|19.00

Visita guidata

Arkeo Identikit!
Attività per i più piccoli a cura della dott.ssa Patrizia Cesari
ore 16.30

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 16:30 à 17:30

Bambini

Visita guidata

Museo e spazi temporanei
Attività per adulti, in sala con il direttore!
ore 18.00|19.00

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 18:00 à 21:00

Adulti

Calabria, Vibo Valentia, Briatico

Peschiera S. Irene

Hotel Baia delle Sirene, Loc. S. Irene, Briatico

Ore 18: Saluti del Sindaco
Dott. Lidio Vallone.

Ore 18,05: Saluti dell’Assessore alla cultura Dott.ssa Maria Teresa Centro.

Ore 18,10: Presentazione degli atti della prima edizione del “Festival dell’Archeologia e del turismo culturale e premio Khaled al-Asaad.”
Maurizio Cannatà, Direttore Museo Archeologico Vito Capialbi di Vibo Valentia.

Ore 19,10: La peschiera romana di S. Irene.
Maria Teresa Iannelli, già Direttore Museo Archeologico Vito Capialbi di Vibo Valentia.

Ore 19,25: Dibattito.

PATROCINIO DEL COMUNE DI BRIATICO.

Conferenza

Conferenza
Ore 18: Saluti del Sindaco
Dott. Lidio Vallone.

Ore 18,05: Saluti dell’Assessore alla cultura Dott.ssa Maria Teresa Centro.

Ore 18,10: Presentazione degli atti della prima edizione del “Festival dell’Archeologia e del turismo culturale e premio Khaled al-Asaad.”
Maurizio Cannatà, Direttore Museo Archeologico Vito Capialbi di Vibo Valentia.

Ore 19,10: La peschiera romana di S. Irene.
Maria Teresa Iannelli, già Direttore Museo Archeologico Vito Capialbi di Vibo Valentia.

Ore 19,25: Dibattito.

PATROCINIO DEL COMUNE DI BRIATICO.

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 18:00 à 20:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità mentale

Calabria, Vibo Valentia, Vibo Valentia

Tonnara di Bivona (VV)

Via Roma, 27 Bivona (VV)

Ore 18,30: Saluti del Presidente della Pro loco di Vibo Marina, Enzo De Maria.

Ore 18,40 Saluti del Presidente di Archeoclub d’Italia sede di Vibo Valentia, Anna Murmura

Ore 18,50: Un mare di reti. Alla scoperta delle tonnare calabresi.
Antonio Montesanti, Artista militante.

Ore 19,40: Dibattito.











Si ringrazia la cittadinanza di Bivona.

Conferenza

Conferenza
Ore 18,30: Saluti del Presidente della Pro loco di Vibo Marina, Enzo De Maria.

Ore 18,40 Saluti del Presidente di Archeoclub d’Italia sede di Vibo Valentia, Anna Murmura

Ore 18,50: Un mare di reti. Alla scoperta delle tonnare calabresi.
Antonio Montesanti, Artista militante.

Ore 19,40: Dibattito.

Si ringrazia la cittadinanza di Bivona.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 18:00 à 20:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità visiva, Disabilità mentale

Calabria, Vibo Valentia, Mileto

Parco Archeologico medievale di Mileto Antica

Strada provinciale n. 10, 89852 Mileto VV

https://www.facebook.com/AssociazioneMnemosyne/

Il Parco Archeologico di Mileto aderisce alle Giornate Europee dell'Archeologia, nel pomeriggio di domenica 19 giugno, con un programma rivolto alla conoscenza di aspetti particolari del passato. Accanto alle visite guidate, fra gli imponenti resti normanni e marmi romani, saranno allestiti dei banchetti per meglio conoscere il più noto e diffuso reperto archeologico: la ceramica. Un altro tavolo ospiterà gli archeologi, intenti a illustrare la loro professione e a parlare dei consueti oggetti del mestiere. Accanto alle spiegazione dei professionisti, sarà anche presente un settore dedicato ai bambini. L'apertura del parco archeologico è prevista alle 17:00 con tre turni di visite guidate alle 17:30, alle 18:30 e alle 19:30. Affrettatevi, il biglietto costa solo 1 euro.

Dimostrazione

L'archeologia per i bimbi
Attività per i più piccoli rivolte a far conoscere il mondo dell'archeologia.
Il biglietto d'ingresso al parco (1€) è valido per tutte le attività.

1.00 €

Domenica 19 giugno de 17:00 à 20:00

Bambini, Famiglie, Scuole

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Elementari

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità visiva, Disabilità mentale

Dimostrazione

La professione dell'archeologo
Gli archeologi spiegheranno in cosa consiste oggi la professione dell'archeologo, ricollegandosi anche alla tutela del patrimonio culturale e alle norme che lo tutelano.
Il biglietto d'ingresso al parco (1€) è valido per tutte le attività.

1.00 €

Domenica 19 giugno de 17:00 à 20:00

Bambini, Famiglie, Adulti, Qualunque pubblico, Scuole

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Elementari, Medie, Superiori

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità visiva, Disabilità mentale

Dimostrazione

La ceramica in archeologia
Gli archeologi parleranno con il pubblico dell'importanza della ceramica nella ricerca archeologica e della sua storia.
Il biglietto d'ingresso al parco (1€) è valido per tutte le attività.

1.00 €

Domenica 19 giugno de 17:00 à 20:00

Bambini, Famiglie, Adulti, Scuole

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Medie, Superiori

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità visiva, Disabilità mentale

Visita guidata

Visita guidata all'abbazia normanna
Saranno effettuati tre turni di visite guidate
17:30
18:30
19:30
il biglietto di ingresso al parco è di solo 1€
tutte le attività sono comprese nel prezzo

1.00 €

Domenica 19 giugno de 17:00 à 20:00

Bambini, Famiglie, Adulti, Qualunque pubblico

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Elementari, Superiori

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità visiva, Disabilità uditiva, Disabilità mentale

Campania, Avellino, AV

Museo Irpino

Corso Europa 254 83100 Avellino
Piazza de Marsico 83100 Avellino

http://www.museoirpino.it

Principale polo museale in provincia di Avellino, il Museo Irpino ha due sedi: una nella storica sede di Corso Europa e l'altra all'interno del Complesso monumentale del Carcere Borbonico.

Visita guidata

Detective del passato
Dopo una breve introduzione al mondo dell’archeologia, dei suoi metodi di studio e
interpretazione delle testimonianze archeologiche, si passerà alla simulazione di un vero scavo
archeologicoalla ricerca di tracce del passato!

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 10:00 à 12:00

Bambini

Conferenza

Chiacchierata “archeologica“. AECLANUM E L'HIRPINIA ALLA FINE DELL'IMPERO ROMANO Girolamo Ferdinando De Simone - Ben Russell
L'archeologo G.F. De Simone mostrerà, attraverso le scoperte archeologiche degli ultimi anni,
come Aeclanum sia cambiata nel tempo, superando un terremoto ed un'eruzione, nell'ultima
fase dell'età romana.

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 17:30 à 18:30

Adulti

Visita guidata

Tracce di colore
Le pitture rupestri sono la forma più antica di arte realizzata dall’uomo e sopravvissuta fino ai
giorni nostri. Venivano realizzate sulle pareti delle grotte e rappresentavano impronte di mani,
animali e scene di caccia. Ai nostri giovani visitatori il compito di trasformarsi in “pittori delle
caverne”.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 10:00 à 12:00

Bambini

Conferenza

I muri raccontano. Vita pubblica e privata a Ercolano e Pompei
In occasione della chiusura dell'anno sociale dell'Accademia dei Dogliosi di Avellino in
collaborazione con l’Archeoclub di Avellino e l’Università del Tempo Libero, l'archeologo
Francesco Paolo Maulucci autore del volume “I muri raccontano. Segni e disegni dall’antica
Pompei”, edito dalla Delta3, racconterà la vita pubblica e privata ad Ercolano e Pompei

Gratuito

Sabato 18 giugno de 17:00 à 19:00

Famiglie, Adulti

Campania, Benevento, Benevento

Teatro Romano

Piazza Ponzio Telesino

www.angsacampania.it

L’attività di presentazione del Sito a disabili sensoriali e cognitivi è un’esperienza che ha come finalità di rendere l’arte accessibile e inclusiva. L’arte, infatti, oltre ad essere un potente mezzo di comunicazione, rappresenta un veicolo di emozioni e una modalità privilegiata di connessione tra le persone. A tal fine sono stati concepiti percorsi di fruizione del bene archeologico con attività mediate da educatori ed esperti. Le visite si struttureranno attraverso le seguenti attività: accoglienza, osservazione e narrazione dell’opera e della sua funzione, costruzione di una storia, esperienza sensoriale, laboratorio. I percorsi stimoleranno la capacità di osservare, di provare emozioni, di immaginare e fantasticare, con l’obiettivo di integrazione e fruizione dell’arte per tutti

Visita guidata

Percorso di visita al teatro romano
Educatori ed esperti accoglieranno il gruppo presso la biglietteria del teatro. Qui avrà inizio il percorso guidato. L'esperto narrerà la storia e la funzione del teatro stimolando l'osservazione e la collaborazione, in base alle abilità dei partecipanti. Seguirà un'esperienza sensoriale (tattile, uditiva, olfattiva). Ci sarà la possibilità di partecipare ad un laboratorio specifico per ogni abilità.

4.00 €

Domenica 19 giugno de 11:00 à 12:00 et de 16:00 à 17:00Sabato 18 giugno de 11:00 à 12:00 et de 16:00 à 17:00Venerdì 17 giugno de 11:00 à 12:00 et de 16:00 à 17:00

Qualunque pubblico

Scuole :

Elementari, Superiori

Accessibilità

Disabilità visiva, Disabilità uditiva, Disabilità mentale

Workshop

Laboratori tecnologie antiche
I laboratori avranno come oggetto le tecnologie in uso nell’antichità. I partecipanti potranno sperimentare la lavorazione dell’argilla, la tecnica dell’affresco, la fusione dei metalli, la tessitura con l’uso del telaio, la tintura della lana con elementi naturali.

5.00 €

Domenica 19 giugno de 12:00 à 13:00 et de 17:00 à 18:00Sabato 18 giugno de 12:00 à 13:00 et de 17:00 à 18:00Venerdì 17 giugno de 12:00 à 13:00 et de 17:00 à 18:00

Qualunque pubblico

Scuole :

Elementari, Medie, Superiori

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità uditiva, Disabilità mentale

Campania, Benevento, Montesarchio

Museo archeologico nazionale del Sannio caudino

Via Castello 82016 Montesarchio

https://museicampania.cultura.gov.it/

Venerdì 17 giugno un incontro-dibattito racconterà la storia di tre vasi per la prima volta esposti al pubblico

Conferenza

Le “stories di Caudium”: tre vasi dai depositi del Museo in mostra alle Giornate Europee dell’Archeologia
Venerdì 17 giugno alle 17.00 al Museo archeologico nazionale del Sannio Caudino un incontro-dibattito con gli archeologi Andrea Martelli, funzionario responsabile del settore tecnico e archeologico della SABAP di Caserta e Benevento, e Angela De Filippis, consulente per i Musei archeologici della Direzione regionale dei Musei Campania, che racconteranno la storia di tre vasi per la prima volta esposti al pubblico. Sarà l’occasione per proporre contemporaneamente ai visitatori e agli appassionati di storia e di archeologia, i reperti ritrovati nel territorio sannita, sul filone delle “stories di Caudium”, l’iniziativa che ha preso il via lo scorso 3 aprile con la quale il Museo, prendendo spunto dalle storie dei social network, apre le porte dei suoi depositi per mostrare i preziosi oggetti in essi custoditi.

2.00 €, Ci sono tariffe scontate

Venerdì 17 giugno de 17:00 à 19:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità uditiva

Campania, Benevento, Benevento

Area archeologica del Teatro romano di Benevento

Piazza Ponzio Telesino 82100 Benevento

https://museicampania.cultura.gov.it/

Per le Giornate Europee dell’Archeologia, venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 giugno, tre incontri al Teatro romano di Benevento declinano, attraverso il racconto di una serie di esperienze, il tema dell’apertura dei luoghi della cultura e il recupero del valore identitario del complesso archeologico nel contesto della città.

Conferenza

Tre incontri al Teatro romano per le Giornate Europee dell’Archeologia
Per le Giornate Europee dell’Archeologia, l’Area archeologica del Teatro Romano di Benevento propone tre incontri, che declinano, attraverso il racconto di una serie di esperienze, il tema dell’apertura dei luoghi della cultura e il recupero del valore identitario del complesso archeologico nel contesto della città.
Venerdì 17 dalle 11.00 alle 13.00 Ferdinando Creta, già direttore del Teatro Romano si confronterà con gli archeologi SABAP di Caserta e Benevento, Simone Foresta e Andrea Martelli, in un incontro dal titolo “Racconti d’archeologia”, sull’attività di tutela e di promozione del territorio, con particolare riguardo agli scavi archeologici nel Sannio, ponendo l’accento sulle linee programmatiche del Ministero della Cultura per una gestione del patrimonio archeologico beneventano consapevole e partecipato.
Sabato 18 dalle 18.00 alle 19.30, Erminia Mazzone e Achille Mottola presenteranno il libro “La parola e il sorriso nel viaggio di Dante” con l’autrice Antonella Fusco.
Domenica 19 dalle 11.00 alle 13.00, l’architetto Alfredo Balasco e il direttore del Teatro di Benevento Giacomo Franzese terranno una conferenza su “Il Teatro Romano di Benevento: l’architettura”.

2.00 €, Ci sono tariffe scontate

Venerdì 17 giugno de 11:00 à 13:00 Sabato 18 giugno de 18:00 à 19:30 Domenica 19 giugno de 11:00 à 13:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità mentale

Campania, Caserta, Santa Maria Capua Vetere

Museo archeologico dell'antica Capua

48 Via Roberto D’Angiò 81055 Santa Maria Capua Vetere

Sabato 18 giugno al Museo archeologico dell'antica Capua per le Giornate Europee dell'Archeologia apertura straordinaria con laboratorio archeologico, esposizione d'arte e visita guidata alle collezioni

Circuito di scoperta

Giornate Europee dell’Archeologia al Museo archeologico dell’antica Capua
Sabato 18 giugno 2022, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, il Museo archeologico dell’antica Capua sarà aperto oltre il consueto orario fino alle ore 22.00 con un fitto porgramma ad accompagnare l’apertura straordinaria.
Dalle ore 17.00 alle ore 19.00 il Museo, in collaborazione con la Scuola Superiore Meridionale e la Soprintendenza ABAP di Caserta e Benevento, propone un laboratorio di archeologia per presentare i primi esiti della ricerca sui materiali provenienti dagli scavi 1993 del complesso archeologico noto come Officina dei Bronzi, sotto la direzione scientifica di Carlo Rescigno. I dottorandi della Scuola Superiore Meridionale Roberto Domenico Melfi, Vincenzo Tallura e Lorenzo Toscano esporranno i risultati ottenuti dalla ricerca e presenteranno una selezione preliminare dei reperti finora individuati durante la ricognizione dei depositi del Museo archeologico dell’antica Capua, quale testimonianza della famosa produzione di vasellame in bronzo nota come “Campana Supellex”. Alle 17.30, in collaborazione con il Lions Club di Santa Maria Capua Vetere, avrà luogo l’inaugurazione della mostra “Memorie dal Sottosuolo” di Gianni Pontillo. Citazioni dalla monumentalità delle città campane e la riproduzione in chiave contemporanea di reperti esposti nel Museo archeologico dell’antica Capua sono il frutto dell’elaborazione dell’artista e della sua visione dell’antichità, attraverso un sapiente uso del colore. La mostra resterà aperta fino a martedì 21 giugno 2022. Infine, alle ore 20.00 “Alla scoperta dell’antica Capua”, una visita guidata della durata di un’ora a cura de Le Nuvole.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 17:00 à 19:00 (Laboratorio)Sabato 18 giugno de 17:30 à 20:00 (Inaugurazione mostra)Sabato 18 giugno de 19:00 à 22:00 (Apertura straordinaria)Sabato 18 giugno de 20:00 à 22:00 (Visita guidata)

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità visiva, Disabilità uditiva, Disabilità mentale

Campania, Caserta, Santa Maria Capua Vetere

Museo archeologico dell'antica Capua, Anfiteatro, Museo dei gladiatori e Mitreo

44 via Roberto D'Angiò 81055 Santa Maria Capua Vetere

Il museo, inaugurato nel 1995, ospita i laboratori di restauro, la ludoteca museale, sale espositive, sale conferenza, i depositi e gli uffici di direzione. L'Anfiteatro, che per importanza e dimensioni è secondo solo al Colosseo, è incluso in uno spazio verde in cui sono armonicamente inserite altre testimonianze della città romana: l’anfiteatro repubblicano, primo anfiteatro romano in muratura; l’edificio ottagonale di età imperiale, e il portico ellittico che circondava l’anfiteatro imperiale. Ospita il Museo dedicato ai gladiatori. Il Mitreo di Capua, datato alla fine del I sec. d.C. è ritenuto il più antico d’Occidente e uno dei più importanti luoghi mitraici.

Esposizione

Laboratorio di archeologia, Memorie dal Sottosuolo e visite guidate
Museo archeologico dell’antica Capua

Sabato 18 giugno 2022, dalle ore 17 alle ore 19, Laboratorio di archeologia
La Scuola Superiore Meridionale, con la Direzione regionale Musei Campania e la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Caserta e Benevento, presenta i primi esiti della ricerca, con la direzione scientifica del Prof. Carlo Rescigno, sui materiali provenienti dagli scavi 1993 del complesso archeologico noto come Officina dei Bronzi. I dottorandi della Scuola Superiore Meridionale Roberto Domenico Melfi, Vincenzo Tallura e Lorenzo Toscano, esporranno i risultati ottenuti dalla ricerca e presenteranno una selezione preliminare dei reperti finora individuati durante la ricognizione dei depositi del Museo archeologico dell’antica Capua, quali reperti ceramici e pittorici pertinenti la domus romana e una selezione dei materiali relativi all'Officina dei bronzi, quale testimonianza della famosa produzione di vasellame in bronzo nota come Campana Suppellex.

ore 17:30, inaugurazione della mostra “Memorie dal Sottosuolo” del maestro Gianni Pontillo.
La mostra, organizzata con la collaborazione dei Lions Club di Santa Maria Capua Vetere, si snoda nelle sale museali in stretto rapporto con la collezione archeologica, che esalta la percezione delle opere pittoriche.
Citazioni dalla monumentalità delle città campane e la riproduzione in chiave contemporanea di reperti esposti nel Museo archeologico dell’antica Capua sono il frutto dell’elaborazione dell’artista e la sua visione dell’Antichità attraversata da un sapiente uso del colore. Sarà presente una rappresentanza dei soci del Club Lions Napoli Host.
La mostra sarà visitabile fino alle ore 22:00 e resterà aperta fino a martedì 21 giugno 2022
Alle ore 20:00 visita di un’ora “Alla scoperta dell’antica Capua” a cura de Le Nuvole.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 17:00 à 22:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità visiva, Disabilità mentale

Spettacolo

Saggio, concerto e visite guidate
Anfiteatro
Sabato 18 giugno 2022 ore 17:30, saggio finale dell’Accademia Musica e Arte “Vincenzo Vitale” convenzionata con il Conservatorio di Musica Statale “Giuseppe Martucci” di Salerno.
Gli allievi, distintisi in diverse manifestazioni nazionali, suoneranno musiche di Beethoven, Rossomandi, Czerny, Clementi e Chopin.
Domenica 19 giugno 2022, alle ore 17:00, all’Anfiteatro campano, concerto per Pianoforte a 4 mani con il Duo Martucci formato dai Maestri Sabatino Cante e Antonio Avagliano.
Alle ore 20:00 seguirà la visita di un’ora “Alla scoperta dell’antica Capua” a cura de Le Nuvole e, a partire dalle 21, si susseguiranno visite a cura dell’Archeoclub di Santa Maria Capua Vetere.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 17:30 à 22:00 Sabato 18 giugno de 17:00 à 20:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità visiva, Disabilità mentale

Campania, Caserta, Santa Maria Capua Vetere

Anfiteatro campano

1860 Piazza I Ottobre 81055 Santa Maria Capua Vetere

https://museicampania.cultura.gov.it/

Sabato 18 e domenica 19 aperture straordinarie per le Giornate Europee dell'Archeologia con visite guidate e concerti nel sito archeologico

Spettacolo

Giornate Europee dell’Archeologia all’Anfiteatro Campano
Sabato 18 giugno 2022, in occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia, l’Anfiteatro campano sarà aperto anche nel pomeriggio dalle 16.00 alle 20.00. Alle ore 17.30 gli allievi dell’Accademia Musica e Arte “Vincenzo Vitale”, convenzionata con il Conservatorio di Musica Statale “Giuseppe Martucci” di Salerno, distintisi in diverse manifestazioni nazionali, si esibiranno nel saggio finale.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 16:00 à 20:00 (Apertura straordinaria)Sabato 18 giugno de 17:30 à 20:00 (Concerto)

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità visiva, Disabilità uditiva, Disabilità mentale

Spettacolo

Giornate Europee dell’Archeologia all’Anfiteatro Campano
Domenica 19 giugno 2022 all’Anfiteatro campano, aperto in via straordinaria fino alle 22.00, è in programma alle 17.00 un concerto insolito per Pianoforte a 4 mani con il Duo Martucci, formato dai Maestri Sabatino Cante e Antonio Avagliano. Seguirà alle 20.00 la visita guidata “Alla scoperta dell’antica Capua” della durata di un’ora a cura de Le Nuvole e, a partire dalle 21.00, si susseguiranno visite a cura dell’Archeoclub di Santa Maria Capua Vetere.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 17:00 à 22:00 (Concerto e visite guidate)Domenica 19 giugno de 18:30 à 22:00 (Apertura straordinaria)

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità visiva, Disabilità uditiva, Disabilità mentale

Campania, Napoli, Napoli

MANN - Museo Archeologico Nazionale di Napoli

19, piazza Museo 80135 Napoli (NA)

www.mann-napoli.it

Aspettando le Giornate Europee
dell’Archeologia …
Programma iniziative culturali nel MANN
Laboratori, tour e presentazioni di libri per celebrare l'archeologia.

Workshop

Laboratorio Archeologia da spiaggia
laboratorio ideato e condotto da Ludovica Dottori, studentessa presso il Dipartimento di
Comunicazione e Didattica dell'Arte dell'Accademia di Belle Arti di Bologna.
La mostra Archeologia da spiaggia di Maurizio Finotto sarà il punto di partenza per un percorso
coinvolgente dedicato alla relazione poetica tra oggetto e tempo, passato e presente, memoria e
scoperta. I partecipanti potranno realizzare una personale stratigrafia, dove custodire e sovrapporre
materiali e piccoli oggetti in grado di rappresentare metaforicamente la propria interiorità.
La partecipazione al laboratorio è gratuita per ciascun bambino più un accompagnatore
La prenotazione è obbligatoria:
Servizio Educativo tel. 081-4422329
lun-ven ore 10.00-15.00
Appuntamento nell’atrio del Museo 10 minuti prima dell’inizio del laboratorio

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 17:00 à 18:30

Bambini, Famiglie

Scuole :

Medie

laboratorio

Accessibilità

Disabilità mentale

Campania, Napoli, Napoli

MANN Museo Archeologico Nazionale di Napoli

19, piazza Museo 80135 Napoli

https://mann-napoli.it

Giornate Europee
dell’Archeologia al MANN
Incontri, laboratori e presentazione di libri per celebrare l'archeologia

Workshop

Laboratorio Archeological clones
Un laboratorio per osservare, “clonare” e reinterpretare gli oggetti dell’antico Egitto e creare il proprio
monile ispirato al futuro
A cura di C. Langella – DADI Università L. Vanvitelli (nell’ambito del progetto Obvia)
per bambini dagli 8 ai 10 anni
La partecipazione al laboratorio è gratuita per ciascun bambino più un accompagnatore
La prenotazione è obbligatoria:
Servizio Educativo tel. 081-4422329
lun-ven ore 10.00-15.00
Appuntamento nell’atrio del Museo 10 minuti prima dell’inizio del laboratorio

Gratuito

Bambini

Scuole :

Elementari, Medie

Accessibilità

Disabilità mentale

Campania, Napoli, Quarto

Villa romana del torchio

via Masullo nei pressi del centro commerciale Quarto Nuovo

https://www.facebook.com/gruppoarcheologicocampiflegrei

Visita guidata gratuita

Visita guidata

Apertura e visita guidata della Villa romana del Torchio
Apertura al pubblico e visita guidata alla villa rustica del torchio con patrocinio morale del Comune di Quarto e della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per l'area metropolitana di Napoli.
La villa è stata portata alla luce nel 2006 ed è una delle poche ch si conserva nei Campi Flegrei. L'edificio presenta un impianto quadrangolare, preceduto da un cortile con porticato su pilastri. Sorta presumibilmente negli ultimi anni del II sec. a. C., la struttura presenta varie fasi costruttive e successive modifiche, che testimoniano una continuità di vita fino al IV-V sec. d. C.
Il rinvenimento in alcuni ambienti della villa di un torcularium e di una cella vinaria, consente di ipotizzare che l'edificio fosse un centro di produzione di vino che aveva permesso ai proprietari di arricchirsi, ipotesi sostenuta dalla presenza di un consistente numero di monete rinvenute.
E' obbligatorio indossare la mascherina.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 16:00 à 15:00

Qualunque pubblico

Campania, Napoli, Pozzuoli

Cuma città bassa

Via monte di Cuma 1

www.pafleg.it

CUMA, cantiere aperto

Una visita speciale allo scavo in corso presso la necropoli di Porta Mediana di Cuma a cura del Centre Jean Bérard.
Sarà possibile incontrare e dialogare con l'équipe di ricercatori, diretta da Priscilla Munzi, conoscere i risultati della nuova campagna di indagini e scoprire tante curiosità sulla storia dell'antica Cuma!

Turni di visita: ore 16.00, ore 17.00 e ore 18.00

Prenotazioni: pa-fleg.comunicazione@beniculturali.it

Campania, Napoli, Ercolano

Parco Archeologico di Ercolano

Corso Resina, 187

www.ercolano.beniculturali.it

La missione del Parco Archeologico di Ercolano coniuga insieme la ricerca, la conservazione e la trasmissione al pubblico presente e alle future generazioni dei valori culturali di Ercolano.
Il suo patrimonio culturale comprende sia i ricchissimi beni materiali, sia i beni immateriali rappresentati dalle conoscenze storico archeologiche sull’antica città romana e dall’identità che Ercolano ha assunto dopo la sua scoperta, a partire dal 1738, nel contesto sociale e culturale dell’età moderna e contemporanea. percorsi di visita raccontano la vita e le ultime ore di una cittadina lussuosa all’ombra del Vesuvio, consegnata alla storia dall’eruzione del 79 d.C.

Conferenza

Gli Ozi di Ercole - Telmo Pievani – Sonia Bergamasco - Materia
Di cosa è fatta la materia? È una domanda alla quale il pensiero prova a rispondere almeno dai primordi della sapienza greca. Chiunque voglia occuparsi di materia o concepire la realtà in termini materialistici dovrà fare i conti con i primi filosofi, naturalisti o atomisti che siano. Marx, per esempio, si laureòc on una tesi sulla Differenza tra le filosofie della natura di Democrito e di Epicuro. Ed è importante notare come la letteratura, che è un atto di conoscenza, possa essere una chiave di comprensione della materia, della realtà materiale, ponendosi non come antagonista ma come complice della scienza. La quale, a sua volta, può raggiungere la perfezione della poesia. Denominatore comune a entrambe: saper vedere le cose e prendersene cura. Se la radice di materia è mater, quella di curiosità è cura. Della vita, qualunque ne sia la forma. Telmo Pievani Telmo Pievani, filosofo ed evoluzionista, ricopre la prima cattedra italiana di filosofia delle scienze biologiche presso il dipartimento di biologia dell’università di Padova. Tra i suoi libri Serendipità (2021), Finitudine (2020), Imperfezione (2019), Homo sapiens e altre catastrofi (2018) e La vita inaspettata (2011). Collabora con “Il Corriere della Sera”, “Le Scienze” e “Micromega”. Sonia Bergamasco Attrice e regista teatrale.

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 20:00 à 21:30

Adulti

Campania, Napoli, Quarto

Necropoli romana Fescina

Via Brindisi, 80010, Quarto, Napoli

https://www.facebook.com/gruppoarcheologicocampiflegrei

La necropoli fescina si trova lungo il tracciato di uno dei diverticoli della via Campana, l'odierna via Brindisi. Fu scavata nel corso degli anni Settanta ed Ottanta del ‘900, quando era visibile solo il famoso mausoleo a cuspide, al tempo utilizzato come deposito di attrezzi agricoli. Si tratta di un'area sepolcrale recintata al cui interno si trovano alcuni monumenti funebri. Il mausoleo a cuspide, comunemente indicato come “Fescina“, è la struttura più antica del complesso. Essa si presenta in opera reticolata, si compone di un alto tamburo circolare sormontato da una guglia piramidale a pianta esagonale, copertura rara nella zona flegrea ma molto diffusa nel Mediterraneo Orientale durante l'età ellenistica. L’iniziativa culturale è patrocinata dal Comune di Quarto.

Visita guidata

Apertura e visita guidata della necropoli fescina
Il Gruppo Archeologico dei Campi flegrei vi condurrà alla scoperta dell'affascinante ed unica necropoli a cuspide piramidale a sei facce dell'area flegrea.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 16:00 à 17:00

Qualunque pubblico

Scuole :

Elementari, Medie, Superiori

Campania, Napoli, Napoli

Area Marina Protetta Parco Sommerso di Gaiola

Discesa Gaiola, 80123, Napoli

https://www.gaiola.org/snorkeling

L’Area Marina Protetta “Parco Sommerso di Gaiola” prende il nome dai due isolotti che sorgono a pochi metri di distanza dalla costa di Posillipo, nel settore nord occidentale del Golfo di Napoli. Il Parco Sommerso di Gaiola deve la sua particolarità alla fusione tra aspetti vulcanologici, biologici e storico-archeologici, il tutto nella cornice di un paesaggio costiero tra i più suggestivi del Golfo. I costoni rocciosi e le alte falesie di Tufo Giallo Napoletano, rimodellate dal mare e dal vento, ammantate dai colori della macchia mediterranea, regalano ancora oggi scorci di rara bellezza che da sempre hanno incantato i popoli che qui si sono succeduti.

Visita guidata

Snorkelling archeologico al Parco Sommerso di Gaiola: con maschere e pinne a spasso nel tempo
L'itinerario si sviluppa nello specchio di mare che circonda gli isolotti della Gaiola, toccando alcuni degli elementi archeologici sommersi di maggior interesse dell'area. Tra questi spicca il grandioso sistema di peschiere afferenti alla villa del Cavaliere romano Publio Vedio Pollione (I sec a.C.). Le peschiere, che si sviluppano su una superficie di circa 9000 m2 oltre ad essere tra le strutture di maggior interesse archeologico dell'area, sono anche quelle meglio conservate, mostrando ancora i complessi sistemi di canalizzazione delle acque, le chiuse, i camminamenti e le vasche ipogee per l'allevamento delle murene.
Ai partecipanti sarà fornita tutta l'attrezzatura necessaria per lo snorkelling.

20.00 €

Sabato 18 giugno de 10:00 à 12:30

Qualunque pubblico

Campania, Napoli, Napoli

Parco Archeologico Ambientale del Pausilypon

Discesa Coroglio, 36. 80123 - Napoli

https://www.gaiola.org/pausilypon

Il complesso a cui si accede attraverso l'imponente Grotta di Seiano, traforo di epoca romana lungo più di 700m, racchiude parte delle antiche vestigia della villa del Pausilypon, fatta erigere nel I Sec a.C. dal Cavaliere romano Publio Vedio Pollione. Qui, nell'incanto di uno dei paesaggi più affascinanti di Napoli, è possibile ammirare i resti del Teatro, dell'Odeion e di alcune sale di rappresentanza della villa, le cui strutture marittime fanno oggi parte del limitrofo Parco Sommerso di Gaiola, su cui si affacciano i belvedere a picco sul mare del Pausilypon. L’amenità e la bellezza dei luoghi, il clima mite, la natura lussureggiante, furono alcuni dei fattori che a partire dal I Sec. a.C. resero ricercati tali luoghi.

Visita guidata

Visita speciale al tramonto: il lavoro dell'archeologo
In occasione delle Giornate Europee dell'Archeologia, il Centro Studi Interdisciplinari Gaiola onlus propone una visita speciale al tramonto, per approfondire la conoscenza del Parco e del lavoro dell'archeologo. Durante una gradevole passeggiata immersi nella natura del sito, osserveremo materiali e le tecniche di costruzione antiche, le decorazioni e le strutture comprendendo come gli archeologi riescono a fare parlare i resti del passato. Una passeggiata di 2 ore, per scoprire la storia del Pausilypon, sfatare miti e spiegare la complessità del lavoro dell'archeologo!

7.00 €

Venerdì 17 giugno de 18:00 à 20:00 Venerdì 17 giugno de 18:00 à 20:00

Qualunque pubblico

Per l'accesso con sedia a rotelle, si consiglia di contattare preventivamente l'organizzazione

Campania, Napoli, Napoli

MANN Museo Archeologico Nazionale di Napoli

19,piazza Museo 80135 NAPOLI

www.mann-napoli.it

Giornate Europee dell'Archeologia al MANN

Conferenza

FAMIGLIE AL MANN. Dalla poltrona del latte ai libri
All’interno del Museo è stato allestito uno spazio speciale dedicato alla cura dei neonati, dove “Big
Mama”, la comoda poltrona per l’allattamento, donata da UNICEF e Soroptimist International,
accoglie, con le sue forme ispirate al grembo materno, chi proviene dall’atrio con bambine e bambini e
ha bisogno di una piacevole sosta. In continuità con quest’iniziativa, che rispecchia l’attenzione del
Museo nei confronti dei più piccoli e delle loro famiglie, in collaborazione con l’Associazione Culturale
Pediatri, promuoviamo un incontro per riflettere sull’importanza della lettura nell’età 0-3 anni,
discutendone con la pediatra Lina Di Maio, che ci porterà la sua esperienza come esperta del
programma nazionale “Nati per leggere”.
“Dal 1999, Nati per Leggere ha l'obiettivo di promuovere la lettura in famiglia sin dalla nascita, perché
leggere con una certa continuità ai bambini ha una positiva influenza sul loro sviluppo intellettivo,
linguistico, emotivo e relazionale, con effetti significativi per tutta la vita adulta”.
Le Giornate Europee dell’Archeologia sono l’occasione per ribadire il valore di letture incentrate sui
miti e sulle civiltà antiche anche per i più piccoli, nonché del contesto del Museo come ambientazione
privilegiata per riempire di bellezza gli occhi, le orecchie e il cuore di tutta la famiglia.
Sala del Toro Farnese
La partecipazione è gratuita con biglietto evento

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 17:00 à 18:00

Famiglie

Accessibilità

Disabilità mentale

Campania, Napoli, Napoli

Museo di Etnopreistoria "Alfonso Piciocchi” - Club Alpino Italiano sez. di Napoli

via eldorado 3, Napoli

www.cainapoli.it

The museum is managed by the Club Alpino Italiano (CAI) section of Naples upon concession of the Cultural Ministry. It is one of the few examples of a museum collection inside a section of the Italian CAI with more than 5.000 archeological, naturalistic and ethnographic artifacts from Italy and abroad.

Porte aperte

Humans and caves in prehistory
As part of the 2022 European Archeology Days, the Museo di Etnopreistoria “Alfonso Piciocchi” will be open to the public on Saturday 18th and Sunday 19th of June at the Castel dell’Ovo in Naples.

The museum is managed by the Club Alpino Italiano (CAI) section of Naples upon concession of the Cultural Ministry. It is one of the few examples of a museum collection inside a section of the Italian CAI with more than 5.000 archeological, naturalistic and ethnographic artifacts from Italy and abroad. The findings are the results of speleological research conducted since 1958 by the CAI Naples speleological group showing the evolution of the technology used by humans since the Stone Age and the relationships between humans and the environment.

The visitor will be able to travel chronologically through historical periods from the Paleolithic to the Iron Age, with materials from Campania's important prehistoric caves such as Nardantuono Cave in Olevano sul Tusciano, Cannalonga, Ausino Cave, and Castelcivita Cave, to relive the more recent civilization.
Période(s) archéologique(s) :

Preistoria, Protostoria, Era contemporanea

Gratuito

Domenica 19 giugno de 10:00 à 13:00 Sabato 18 giugno de 10:00 à 13:00

Qualunque pubblico

Campania, Salerno, Eboli

Museo archeologico nazionale di Eboli e della Media Valle del Sele

1 Piazza San Francesco 84025, Eboli

https://museicampania.cultura.gov.it/

Venerdì 17 giugno una conferenza sull'archeologo Marcello Somma, domenica 19 giugno apertura straordinaria e presentazione del Baby Pit Stop

Conferenza

Marcello Somma e la passione per l’archeologia
Venerdì 17 giugno alle 10.00 il Museo Archeologico di Eboli, in collaborazione con il Comune di Eboli e il costituendo Comitato Marcello Somma, propone l’incontro “Marcello Somma e la passione per l’archeologia”. L’evento è un momento di incontro sulla figura dell’Ispettore Onorario della Soprintendenza Archeologica di Salerno e muove dall’occasione dell’acquisizione della collezione archeologica di Marcello Somma al Museo archeologico. Il profondo senso della storia e della comunità di Somma ha condotto ad una straordinaria stagione di scavi e ricerche che ha visto protagoniste le istituzioni italiane e straniere nel territorio ebolitano. Dopo l’inaugurazione della targa a lui dedicata presso la vetrina che raccoglie una parte della collezione Somma sarà ospitato un incontro che tra ricordi e archeologia celebrerà la figura di Marcello Somma.
Programma:
Ore 10.00, Sala espositiva (1°piano): inaugurazione targa in memoria di Marcello Somma
Ore 10.30, Sala Polifunzionale (piano terra): incontro “Marcello Somma e la passione per l’archeologia.
Saluti: Ilaria Menale - Direttrice Museo Eboli, Mario Conte - Sindaco Eboli, Flavia Falcone - Comitato Marcello Somma.
Interverranno: Marina Somma, Marina Cipriani, Giovanna Scarano, Maria D’Andrea, Alessandro Russo, Serenella Scala.

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 10:00 à 13:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Conferenza

Baby Pit Stop al ManES
Domenica 19 giugno 2022 il Museo Archeologico di Eboli e della Media Valle del Sele effettua un’apertura straordinaria dalle 9.00 alle 14.00 e, in collaborazione con il Rotaract Campagna Valle del Sele, alle 10.00 presenta “Baby Pit Stop al ManES”. Sarà inaugurata una postazione Baby Pit Stop, donata al Museo dal Rotaract Campagna Valle del Sele, che consentirà alle mamme di allattare i propri neonati durante la visita del museo. Il punto allattamento si completa con un fasciatoio inserito in uno dei bagni per un più agevole cambio di pannolino ai piccoli visitatori del Museo. L’iniziativa si inserisce nell’attivazione dei Baby Pit Stop nei luoghi della cultura promossa da UNICEF: così il ManES, grazie al supporto della sua comunità, diventa sempre più inclusivo. Dopo l’inaugurazione, si terrà un incontro con i protagonisti della donazione e con un biologo esperto in nutrizione che ci parlerà dei benefici effetti dell’allattamento. Programma dell’incontro:
Ore 10.00, Sala espositiva (1°piano): inaugurazione Baby Pit Stop
Ore 10.30, Sala Polifunzionale (piano terra): Incontro “Baby Pit Stop al ManES”.
Interventi: Ilaria Menale - Direttrice Museo Eboli, Mario Conte - Sindaco Eboli, Roberto Monaco - Sindaco di Campagna, Anna Ruggia - Presidente Rotaract Campagna Valle del Sele, Giuseppe Fresa - Biologo esperto in nutrizione.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 09:00 à 13:00 et de 10:00 à 13:00 (Apertura straordinaria)

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Campania, Salerno, Sarno

Museo archeologico nazionale della Valle del Sarno

7 Via Cavour 84087 Sarno

https://museicampania.cultura.gov.it/

Sabato 18 giugno caccia al tesoro al museo, domenica 19 giugno appuntamento online per un videoracconto sulle collezioni archeologiche

Circuito di scoperta

Caccia al tesoro
Sabato 18 giugno alle 10.30 il Museo archeologico nazionale della Valle del Sarno, in collaborazione con l’Associazione Culturale “La Navicella di Minerva”, organizza una caccia al tesoro per i ragazzi dai 9 ai 12 anni alla scoperta del suo patrimonio archeologico. Durante le Giornate Europee dell’Archeologia sarà possibile visitare anche la mostra “Inferi e inferni - Omaggio a Dante”, allestita al secondo piano del museo. I reperti, conservati finora nei depositi, provenienti dalle sepolture degli uomini e delle donne di rango vissute fra il IX e l’VIII secolo a.C., e gli “strappi” delle tombe praticati all’epoca degli scavi che restituiscono l’immagine del defunto così come è stato deposto, dialogano con le tavole illustrate dell’Inferno di Dante, pubblicate dalle principali case editrici italiane.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 10:30 à 12:30

Bambini, Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Contenuto digitale

La famiglia dei Lucrezi Valenti online!
Domenica 19 giugno appuntamento online alle 10.30 sui canali social del Museo, per un videoracconto dedicato alla potente famiglia dei Lucrezi Valenti, le cui urne cinerarie rinvenute nel suburbio orientale di Pompei nel 1992 sono conservate al Museo.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 10:30 à 23:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Campania, Salerno, Pontecagnano Faiano

Museo archeologico nazionale di Pontecagnano "Gli Etruschi di frontiera"

Via Lucania 84098 Pontecagnano Faiano

https://museicampania.cultura.gov.it/

Sabato 18 giugno “Leggere l’etrusco. Nuove scoperte per nuovi racconti“: conferenza e laboratorio didattico

Conferenza

Leggere l’etrusco. Nuove scoperte per nuovi racconti
Sabato 18 giugno 2022 il Museo Archeologico di Pontecagnano, in collaborazione con il Comune di Pontecagnano Faiano, il Dipartimento di Scienze del Patrimonio culturale dell’Università degli Studi di Salerno e l’Associazione Paesaggi Narranti, propone “Leggere l’etrusco. Nuove scoperte per nuovi racconti”.
Alle 18.00 nella Sala Auditorium si terrà la conferenza “Leggere l’etrusco. Uomini e divinità nelle iscrizioni di Pontecagnano” a cura di Carmine Pellegrino, docente di Etruscologia e antichità italiche all’Università degli Studi di Salerno. L’incontro, destinato non solo agli addetti ai lavori ma anche agli appassionati, rappresenta un momento di approfondimento sulle iscrizioni etrusche rinvenute negli scavi di Pontecagnano (databili tra il VII e il IV secolo a.C.) e prevede uno spazio sulla scrittura etrusca appositamente dedicato ai piccoli visitatori. Le tombe, l'abitato e i santuari di Pontecagnano hanno restituito, infatti, una grande quantità di iscrizioni etrusche, graffite sui vasi per ricordare il possessore del recipiente, il suo dono o l'offerta a una divinità. Attraverso le iscrizioni è stato possibile stabilire i nomi delle persone, il loro status sociale e la loro origine, mentre il riferimento alle divinità e alle azioni di offerta ha contribuito a ricostruire i rituali e le credenze religiose degli Etruschi di Pontecagnano nella vita quotidiana e rispetto all'aldilà.
Alle 18.30, nella Biblioteca comunale “A. Gatto” (piano terra del Museo) si svolgerà il laboratorio dedicato ai più piccoli sulla scrittura etrusca “Il mistero che non c’è. Scrivi in etrusco anche tu!”. Laboratorio max per 15 bambini dai 7 anni in su, prenotazione obbligatoria all’Associazione Paesaggi Narranti (+39 3333125515).
Le Giornate Europee dell’Archeologia si confermano anche quest’anno come l’occasione per avvicinare il pubblico ai temi dell’archeologia e della tutela del patrimonio attraverso approfondimenti tematici sulle nuove scoperte provenienti dal territorio degli “Etruschi di frontiera”.

2.00 €, Ci sono tariffe scontate

Sabato 18 giugno de 18:00 à 19:30 (Conferenza)Sabato 18 giugno de 18:30 à 19:30 (Laboratorio)

Bambini, Adulti

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Emilia-Romagna, Bologna, Ozzano dell'Emilia

Museo della Città romana e area archeologica di Claterna

Piazza Allende 18 e Stradello Maggio, loc. Maggio

https://www.museoclaterna.it/

Claterna riapre le porte! Iniziativa 'Abitare a Claterna'.
Il museo e l'area archeologica si incontrano in un appuntamento dedicato alle domus, dove i materiali esposti nel museo prenderanno vita grazie alla ricostruzione in scala 1:1 visitabile dentro la Casa del Fabbro. Lo spazio-bambini, invece, trasformerà i più giovani in provetti pavimentatori romani, mettendoli alla prova con una simpatica “caccia al reperto“ alla ricerca dei materiali da costruzione necessari alla realizzazione di un perfetto pavimento romano in cotto.

Visita guidata

Abitare a Claterna
Visita guidata per ADULTI a museo e area archeologica e laboratorio per BAMBINI presso l'area archeologica.

Sabato 18 giugno 2022, dalle 16:00 alle 19:00
16:00-17:00 visita guidata per adulti al museo
17:15 visita guidata per adulti e laboratorio per bambini presso l'area archeologica

In caso di MALTEMPO le attività si svolgeranno interamente negli spazi del museo a partire dalle ore 16:00.

Posti disponibili:
visita guidata 35 persone - laboratorio 12 bambini

Ingresso gratuito. Necessaria la prenotazione a museo@comune.ozzano.bo.it – 051 791337

Gratuito

Sabato 18 giugno de 16:00 à 19:00

Bambini, Famiglie, Adulti

Emilia-Romagna, Bologna, marzabotto

Museo Nazionale Etrusco "Pompeo Aria" e area archeologica di Kainua

Via Porrettana Sud 13, 40043 Marzabotto (BO)

https://musei.emiliaromagna.beniculturali.it/musei/museo-nazionale-etrusco-pompeo-aria-e-area-archeo

La città etrusca di Marzabotto costituisce un eccezionale esempio di pianificazione urbana. L’area archeologica consente di rivivere l’atmosfera di un ambiente cittadino fatto di case, strade, templi, officine.
Sui resti di un precedente abitato del VI sec. a.C., intorno al 500 a.C. gli Etruschi fondarono Kainua – “la (città) nuova” – con un complesso rito religioso di cui è testimonianza il cippo con croce graffita collocato al centro della città.
Kainua prosperò grazie alla sua posizione strategica lungo il corso del fiume Reno, importante direttrice commerciale tra la Toscana settentrionale e la Pianura Padana. Fu abbandonata verso la metà del IV sec. a.C., in concomitanza con la calata dei Celti in Italia.

Circuito di scoperta

Figli delle stelle. Etruschi sotto gli astri.
Laboratorio per adulti e bambini dai 7 anni in su.

Lo sai che il disegno del cielo e le strade di una antica città si incontrano proprio a Marzabotto?

Sabato 18 giugno alle 19.30 potrai scoprirlo in una attività progettata appositamente per le Giornate Europee dell’Archeologia 2022 dal Museo Nazionale Etrusco, Dipartimento DISCI e Fondazione Golinelli.

Insieme scopriremo che un astrofisico ed un archeologo possono avere molti argomenti in comune e che le stelle sono più vicine di quanto possiamo immaginare.

Ti abbiamo incuriosito?

Prenota la tua esperienza all’indirizzo mail:
drm-ero.prenotazionikainua@beniculturali.it

Il costo dell'attività è gratuito previo acquisto del biglietto di ingresso al museo.

3.00 €, Ci sono tariffe scontate

Sabato 18 giugno de 18:00 à 20:00

Bambini, Famiglie, Adulti, Scuole

Scuole :

Elementari, Medie, Superiori

Conferenza

Le ceneri di Atena - presentazione residenza artistica
Presso Museo Nazionale Etrusco Pompeo Aria (Marzabotto), una delle aree archeologiche più importanti legate alla cività Etrusca,

“Le Ceneri di Atena”, percorsi di creazione e performance realizzati da Archivio Zeta, con il coinvolgimento di cittadini di tutte le età, abilità e provenienza, anche senza conoscenze artistiche specifiche. I percorsi si concluderanno con prove aperte al pubblico.​


Il costo dell'attività è gratuito previo acquisto del biglietto di ingresso al museo.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 17:00 à 19:00

Bambini, Famiglie, Adulti, Scuole

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Elementari, Medie

Emilia-Romagna, Bologna, Bologna

Museo Civico Archeologico di Bologna – Sala del Risorgimento

via dell’Archiginnasio 2

http://www.museibologna.it/archeologico

Presentazione della mostra “Spina100. Dal mito alla scoperta. A un secolo dal ritrovamento della città etrusca di Spina nell’antico delta del Po“.
Mostra che si inserisce all'interno delle celebrazioni nazionali organizzate in occasione del centenario dalla scoperta della città etrusca di Spina (1922-2022). Fondata dagli Etruschi sulla sponda destra dell’Eridano, l’antico corso del Po, attorno alla metà del VI secolo a.C., divenne il porto privilegiato di Atene nel nord Adriatico, assumendo il controllo dei traffici verso l’intera valle Pianura Padana. Alla fine del IV secolo a.C. la città iniziò il declino e dell’insediamento si persero le tracce. Con le bonifiche del 1922 in Valle Trebba, si scoprì la prima tomba della necropoli e successivamente l'intero abitato.

Conferenza

Presentazione della mostra “Spina100. Dal mito alla scoperta. A un secolo dal ritrovamento della città etrusca di Spina nell’antico delta del Po“.
Conferenza di presentazione della mostra realizzata in occasione del centenario della scoperta della città etrusca di Spina, nelle valli di Comacchio.

Venerdì 17 Giugno 2022, dalle ore 17:00 alle 19:00

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.
Per informazioni siriana.zucchini@beniculturali.it

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 17:00 à 19:00

Adulti

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

accesso persone con mobilità ridotta

Emilia-Romagna, Bologna, Imola

Complesso di San Domenico – Loggia del secondo chiostro

Via Gaspare Sacchi 4, 40026, Imola

https://www.museiciviciimola.it/

'L’archeologia racconta: la storia di Forum Cornelii. Verso il nuovo museo'.
L’incontro sarà occasione per svelare come Forum Cornelii sia un vero e proprio laboratorio di romanizzazione e quanto la presenza romana in zona sia radicata già nel III sec. a.C. Nella ricerca è centrale la rilettura di due contesti sacri: il sacello di Montericco e quello di Pediano, esempi di culti antichi legati al mondo centro italico. Saranno inoltre illustrate importanti novità sui rinvenimenti della cosiddetta Domus del rasoio, l’area archeologica situata all’interno del complesso conventuale di San Domenico. Grazie al contributo della Fondazione della Cassa di Risparmio di Imola, infatti, è in corso uno studio sui resti di diversi bovini e altri animali ritrovati durante lo scavo nella Domus.

Conferenza

'L’archeologia racconta: la storia di Forum Cornelii. Verso il nuovo museo'
Conferenza a cura della dott.ssa Valentina Manzelli, Funzionario archeologo della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara.

Venerdì 17 giugno 2022, dalle ore 21:00

Ingresso gratuito con posti limitati, previa prenotazione attraverso l’App “Io prenoto” o telefonando al numero 0542 602609

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 21:00 à 23:00

Adulti

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

accesso persone con mobilità ridotta

Emilia-Romagna, Ferrara, Gambulaga di Portomaggiore (FE)

Delizia Estense del Verginese, mostra "Mors Inmatura"

via Verginese 56
44015 Gambulaga (FE)

www.atlantide.net/verginese

Antica dimora di svago della famiglia d’Este, Patrimonio dell’Umanità Unesco, la Delizia Estense del Verginese è oggi una delle poche Delizie che testimoniano nel territorio ferrarese la grandezza e l’importanza dei signori di Ferrara. Regalata da Alfonso I d’Este a Laura Dianti, la Delizia si presenta come un castelletto ornato di merli e circondato da un magnifico giardino, il Brolo, ricostruzione dell’antico giardino produttivo che circondava la villa.
All’interno della Delizia si può ammirare la mostra permanenti: “Mors Inmatura”, esposizione di reperti archeologici di epoca romana provenienti da una piccola necropoli rinvenuta nel 2002 a pochi passi dalla Delizia che racconta la storia, la vita quotidiana e le attività economiche di una famiglia in questo angolo di Impero Romano.

Visita guidata

IN COMPAGNIA DI AMBULASIA
Visita guidata esperienziale con guida in costume: sarà la capostipite della gens dei Fadieni, Ambulasia Anucioni, a raccontare lo stile di vita nel Delta del Po durante I sec. d.C. e la storia della sua famiglia.
A seguire aperitivo tematico con prodotti tipici dell'epoca.
Prenotazione obbligatoria.

8.00 €, Ci sono tariffe scontate

Sabato 18 giugno de 11:00 à 13:00 et de 17:00 à 19:00

Qualunque pubblico

Emilia-Romagna, Ferrara, Ferrara

Museo Archeologico Nazionale di Ferrara

Via XX Settembre, 122, 44121 Ferrara FE

http://www.archeoferrara.beniculturali.it/

Incontro 'Che Delizia Belfiore!'. Presentazione del progetto di archeologia pubblica e partecipata.

Progetto di archeologia partecipata per riportare alla luce la delizia estense di Belfiore. L'antico palazzo, risalente al XV secolo, fu residenza monumentale degli Este e simbolo dei fasti del marchese Leonello d'Este, che vi fece costruire il suo famoso studiolo. Fortemente danneggiata durante la cosiddetta Guerra del Sale (1482-84) tra Ferrara e la Repubblica di Venezia, la delizia cadde gradualmente nell'oblio con la fine della signoria estense e fu quasi completamente distrutta da un incendio nel 1632.

Conferenza

Incontro 'Che Delizia Belfiore!'. Presentazione del progetto di archeologia pubblica e partecipata
Progetto triennale di scavi e indagini archeologiche a cura del Gruppo Archeologico Ferrarese con la direzione scientifica della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Bologna, Modena, Reggio Emilia e Ferrara, con il patrocinio e il contributo del Comune di Ferrara e la collaborazione del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara e la Provincia di Ferrara e con il coinvolgimento di studenti e cittadini.

Venerdì 17 Giugno 2022, dalle ore 17:30 alle 19:30

Evento gratuito. Per informazioni
drm-ero.archeologico-fe@beniculturali.it

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 17:30 à 19:30

Qualunque pubblico

accesso persone con mobilità ridotta

Emilia-Romagna, Forlì-Cesena, Forlì

FumettoDANTEca

51 via Eugenio Curiel 47121 Forlì FC

https://www.fanzineitaliane.it/FumettoDANTEca

La FumettoDANTEca è l'esclusiva ed innovativa Biblioteca Internazionale di Fumetti dedicati all'Opera e al Sommo Poeta Dante Alighieri, unica realtà al mondo con oltre 300 documenti cartacei e digitali. Un progetto didattico di ricerca, recupero, salvaguardia e promozione della produzione fumettistica dantesca. Attività ed impegno di volontariato gratuito, diretto dall'esperto fumettotecario GianLuca Umiliacchi, avviato con la gestione dell'unica sede in Emilia Romagna, la Fumettoteca Regionale Alessandro Callegati 'Calle', inaugurata nel 2019. Nel 2022 con la promozione del progetto 'Dante701', diventa un punto di riferimento per gli appassionati internazionali, in grado di promuovere iniziative ed eventi anche con assistenza per ricerche, e Tesi di Laurea sul fumetto dantesco.

Visita guidata

Archeologia Infernale
Per il 2022 la FumettoDANTEca, a Forlì, promuove una serie aperture straordinarie per iniziative legate all'archeologia e al fumetto dantesco. Una esposizione, in sede e online, con incontri pubblici dal titolo “Archeologia Infernale“, rivolto al fumetto e le opere del Sommo Poeta Dante Alighieri. Una archeologia infernale sulle proposte dell'inferno dantesco attraverso i fumetti di autori internazionali. Sono molti i fumettisti che col fumetto si sono misurati sul tema delle opere di Dante.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 14:00 à 18:00 à 18:00Sabato 18 giugno de 14:00 à 18:00 à 18:00Venerdì 17 giugno de 14:00 à 18:00 à 18:00

Qualunque pubblico, Scuole

Scuole :

Medie, Superiori

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Emilia-Romagna, Forlì-Cesena, Sarsina

Museo Archeologico Nazionale di Sarsina

Via Cesio Sabino, 39 Sarsina (FC)

https://musei.emiliaromagna.beniculturali.it/musei/museo-archeologico-nazionale-di-sarsina

Fondato nel 1890 è fra i più ‘antichi’ musei archeologici della regione ed ha conosciuto, lungo un secolo di vita, esperimenti e trasformazioni, fino all’assetto odierno di piena valorizzazione dei grandi monumenti sepolcrali d’epoca romana che caratterizzavano l’antica città di Sarsina. Occupa un edificio ampliato a più riprese da una fase originaria ottocentesca, e si trova al centro della cittadina che ricalca nel perimetro l’antica civitas romana di Sassina, nota per aver dato i natali verso il 254 a C. al celebre commediografo latino Plauto. Tutti i reperti esposti provengono da scavi e ritrovamenti: le collezioni si sono formate gradualmente a seguito dei primi rinvenimenti di pietre ed iscrizioni, tracc

Visita guidata

Cultura romana dell’abitare: alla scoperta dei mosaici sarsinati
Il Museo di Sarsina, in occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia, organizza visite guidate gratuite per adulti e famiglie a cura del personale del Museo, sabato 18 e domenica 19 giugno, ore 16:00.
Ingresso al museo: euro 3
Visita guidata: gratuita

3.00 €, Ci sono tariffe scontate

Domenica 19 giugno de 16:00 à 17:30 Sabato 18 giugno de 16:00 à 17:30

Famiglie, Adulti, Qualunque pubblico, Scuole

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Elementari, Superiori

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Contattare la biglietteria prima della visita al seguente numero tel. 0547 94641

Emilia-Romagna, Forlì-Cesena, Galeata

Le terme SI fanno belle: il cantiere di restauro archeologico del settore termale della "villa di Teoderico”

Via Pantano 47010 Galeata (Forlì-Cesena)

https://www.soprintendenzaravenna.beniculturali.it/it/22/modulo-eventi/728/gea-le-terme-si-fanno-bel

Dopo un decennio di chiusura dell’area archeologica sono stati avviati i lavori per restituire la piena fruibilità dell’area.
L’evento prevede l’apertura al pubblico del cantiere di restauro attualmente in corso nel quartiere termale della cosiddetta villa di Teoderico di Galeata. La visita prevederà l’illustrazione dei rinvenimenti archeologici emersi durante gli scavi in regime di concessione dell’Università di Bologna, ma soprattutto metterà a fuoco le diverse scelte conservative effettuate ai fini della valorizzazione dell’area.
Nell’occasione si terrà anche la presentazione dell’installazione ispirata alle strutture archeologiche della Villa a cura degli artisti Matteo Lucca e Oscar Domiguez, realizzata dal Comune all’interno di Migra Land Art.
Alle ore 19.30 aperitivo musicale.

Visita guidata

Visite guidate
Visite guidate alle ore 15.30, 16.30, 17.30, 18.30

Evento gratuito
Prenotazione consigliata
Per info e prenotazioni 0543 97542829 cultura@comune.galeata.fc.it

Evento in presenza all’aperto

In collaborazione con:
Comune di Galeata
Università di Parma
Phoenix Archeologia S.r.l.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 15:30 à 19:00 (Visite guidate alle ore 15.30, 16.30, 17.30, 18.30)

Qualunque pubblico

Emilia-Romagna, Modena, Nonantola

Museo di Nonantola

via del Macello

www.museodinonantola.it

Il museo dedicato alla storia di Nonantola è collocato all'interno di una torre militare trecentesca. 3600 anni di storia vengono ripercorsi in un racconto a ritroso nel tempo attraverso i quattro piani della torre. La sezione medievale del museo racconta la storia dell'abbazia di San Silvestro, uno dei monasteri più importanti del medioevo europeo, grazie al ventennale progetto archeologico diretto dall'Università Ca' Foscari di Venezia. Gli scavi eseguiti nel centro storico del paese e nel giardino del monastero hanno dato modo di comprendere l'evoluzione del territorio tra alto e basso medioevo e soprattutto di approfondire la fase di fondazione longobarda e quella franca, documentata proprio grazie alle ricerche archeologiche.

Circuito di scoperta

History Adventure
Domenica 19 giugno alle 17.00 attraverso una caccia al tesoro urbana per adulti e famiglie, partendo dal museo e risolvendo enigmi, indovinelli e rebus, andremo alla ricerca di tutti i monumenti medievali presenti nel centro storico del paese. Curiosità e aneddoti sconosciuti vi sveleranno la millenaria storia di Nonantola.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 17:00 à 19:00

Famiglie, Adulti

Emilia-Romagna, Piacenza, Travo

Parco Neolitico di Travo

Via del Mulino

https://parcoarcheologicoditravo.it/

Travo: 1983-2023 ricerche e tutela
-presentazione del Masterplan di revisione del parco a cura della Soprintendenza ABAP di Parma e Piacenza
-risultati e prospettive delle ricerche sul sito neolitico a cura delle Università di Milano e Ferrara e della dott.ssa Maria Bernabò Brea, ex funzionario e Ispettore onorario della Soprintendenza ABAP
-visita guidata gratuita al parco a cura della direttrice dott.ssa Maria Maffi

Emilia-Romagna, Piacenza, Morfasso

San Salvatore di Tolla

loc. Monastero

l sito fu sede dell'antico monastero di San Salvatore, le cui carte di archivio ne documentano l'esistenza almeno dall'VIII secolo.
Fu comunità monastica estremamente vivace e principale centro religioso della Val Tolla. Durante l'epoca moderna, anche al termine del successo della comunità monastica,
continuò ad essere un centro di culto di importante. Solo le difficili condizioni del territorio, funestato da una frana che determinava danni strutturali e continui agli edifici, sancirono il definitivo abbandono delle strutture ed il “trasferimento“ del culto il loc. Monastero, avvenuto nella seconda metà dell'Ottocento.

Visita guidata

Escursione a San Salvatore
Dal sagrato della chiesa dei SS. Salvatore e Gallo (loc. I Rabbini), partirà un'escursione di circa 6 km, che farà tappa al sito archeologico di San Salvatore di Tolla. Durante il percorso saranno illustrati gli aspetti naturalistici del territorio. Presso il sito, l'archeologo ed il restauratore responsabili del progetto, illustreranno le attività in corso.

Collaborano all'iniziativa:
Soprintendenza ABAP per le province di Parma e Piacenza
Comune di Morfasso
Diocesi di Piacenza - Bobbio
EVA (Gruppo Esploratori Val d'Arda) Piacemilia Aps
Paleontologo dott. Carlo Francou
Archeologo dott. Luca Fornari
Restauratore dott. Efisio Chessa

Gratuito

Sabato 18 giugno de 09:30 à 13:30

Qualunque pubblico

Scuole :

Elementari, Medie, Superiori

La passeggiata è di circa 6 Km, l'arrivo al sito è previsto a metà percorso. E' possibile parcheggiare presso il punto di ritrovo o presso il vicino Cimitero.
E' previsto un dislivello di 200 m.

Gradita la prenotazione:
escursionieva@gmail.com
info@piacemilia.it
338 6576961

Portare abbondante acqua, pranzo al sacco, scarpe con suola scolpita, cappello e occhiali da sole.

Emilia-Romagna, Piacenza, Lugagnano Val D'Arda

Area Archeologica di Veleia Romana

Strada provinciale, 14

https://musei.emiliaromagna.beniculturali.it/musei/area-archeologica-di-veleia-romana

La città romana di Veleia si sviluppa alle spalle della colonia di Piacenza (a m.460 s.l.m.), nella valle di un subaffluente del Po, il Chero, in territorio ligure, una volta domata - poco prima della metà del II sec.a.C. - la lunga resistenza delle popolazioni indigene. La presenza di un sepolcreto a cremazione della seconda età del ferro, scavato alla fine del secolo scorso, a nord-est dell’abitato romano, consente di ritenerla sorta nell’area d’insediamento di una comunità protostorica.
Veleia diviene, attorno alla metà del I sec.a.C., municipium, capoluogo di un distretto montano esteso dal Taro al Luretta e dal crinale appenninico alla pianura, confinante con i territori di Parma, Piacenza, Libarna, Lucca.
Il nome deriva da quello di una tribù ligure, i Veleiates o Eleates.

Circuito di scoperta

“Mai nessuno dovrà ritrovarla“, “Veleia for Kids“ e “La guida sei tu“
18 giugno alle ore 16:00
Presentazione di “Mai nessuno dovrà ritrovarla“ il primo fumetto dell'area archeologica di Veleia

Presentazione e prova di “Veleia for Kids“ la nuova applicazione di visita per i più piccoli da provare assieme agli alunni della scuola primaria di Lugagnano

19 giugno alle ore 16:00
Presentazione del progetto “La guida sei tu“ gli alunni della scuola secondaria di primo grado di
Lugagnano vi guideranno nell'Area Archeologica e vi presenteranno la loro audioguida del sito

Eventi gratuiti previo pagamento del biglietto d'accesso all'Area Archeologica
Intero 3 euro, agevolato 2 euro (18-25 anni), gratuito under 18
Ingresso: sab - dom 13:30 - 18:30
Per informazioni drm-ero.veleia@beniculturali.it oppure associazioneculturup@gmail.com

3.00 €, Ci sono tariffe scontate

Domenica 19 giugno de 16:00 à 18:30 Sabato 18 giugno de 16:00 à 18:30

Famiglie, Adulti, Qualunque pubblico, Scuole

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Elementari, Superiori

Emilia-Romagna, Ravenna, Russi

Villa Romana di Russi (RA)

Via Fiumazzo - 48026 Russi (RA)

https://musei.emiliaromagna.beniculturali.it/musei/villa-romana-di-russi

L’area archeologica della Villa romana si trova appena fuori dall'attuale centro urbano di Russi all’interno di un Area di Riequilibrio Ecologico, dove la vegetazione e la fauna sono composte da molte specie tipiche della pianura padana, ma non più visibili nelle zone fortemente antropizzate.

La Villa romana, rivenuta negli anni ’50 del 1900, costituisce uno degli esempi meglio conservati di villa urbano-rustica dell’Italia settentrionale ed esemplifica una delle tante residenze appartenenti a proprietari terrieri che punteggiavano le campagne dell’Emilia Romagna in età romana.

Porte aperte

Apertura al pubblico
Nei seguenti giorni l'orario di apertura dell'area archeologica è prolungata:

17/06/2022 dalle ore 8:30 alle ore 16:30 ultimo ingresso alle ore 16:00

18/06/2022 dalle ore 10:00 alle ore 18:30 ultimo ingresso ore 18.00

19/06/2022 dalle 09:00 alle 18:30 ultimo ingresso ore 18.00

3.00 €, Ci sono tariffe scontate

Venerdì 17 giugno de 08:30 à 16:30 (ultimo ingresso alle ore 16:00)Sabato 18 giugno de 10:00 à 18:30 (ultimo ingresso ore 18:00)Domenica 19 giugno de 09:00 à 18:30 (ultimo ingresso ore 18:00)

Bambini, Famiglie, Adulti, Qualunque pubblico, Scuole

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Elementari, Medie, Superiori

Emilia-Romagna, Ravenna, Ravenna

GEA > Porte aperte al Deposito Archeologico

1 Via Benedetto Fiandrini 48121 Ravenna

https://www.soprintendenzaravenna.beniculturali.it/it/22/modulo-eventi/725/gea-porte-aperte-al-depos

Si propone l’apertura straordinaria del Centro Operativo di Ravenna, che fin dal 1985 custodisce i reperti archeologici provenienti dagli scavi della città di Ravenna e del suo territorio, in particolare di Classe. Il Deposito Archeologico di Ravenna, inoltre, è stato negli anni - ed è tuttora - punto di riferimento per vari scavi della Romagna: qui sono stati raccolti, lavati, restaurati, classificati e studiati numerosi oggetti che poi sono andati ad arricchire collezioni museali ed esposizioni temporanee.
Il Deposito Archeologico di Ravenna è normalmente chiuso al pubblico; è accessibile solo da parte del personale della Soprintendenza e dagli archeologi professionisti.

Porte aperte

Porte aperte al Deposito Archeologico
Le visite guidate si svolgeranno dalle 15 alle 18 e saranno organizzate su 3 turni di 45 minuti ciascuno, con orario di inizio indicativamente alle 15, 16 e 17. Per motivi di sicurezza, la partecipazione all’evento sarà consentita esclusivamente su prenotazione, da effettuarsi presso la Soprintendenza (mail livia.bissi@beniculturali.it oppure al tel. 0544 543713). Il numero massimo di visitatori per ogni turno di visita è fissato a 10-12 persone; l’evento si svolgerà al chiuso e sarà garantita la piena accessibilità fisica per tutte le persone. Saranno rispettate le misure di contenimento del contagio da COVID-19, attualmente previste dalla normativa.
Période(s) archéologique(s) :

Antichità, Medio Evo

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 15:00 à 18:00 et de 00:00 à 00:00 (3 turni di 45 minuti ciascuno, con orario di inizio indicativamente alle 15, 16 e 17)

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Emilia-Romagna, Ravenna, Lugo

GEA > Il castello di Zagonara: archeologia e paesaggio nella Bassa Romandiola

Via Zagonara 48022 Lugo (Ravenna)

https://www.soprintendenzaravenna.beniculturali.it/it/22/modulo-eventi/726/gea-il-castello-di-zagona

Sabato 18 giugno potrai scoprire la storia del sito del Castello di Zagonara e conoscere più da vicino il mestiere dell’archeologo. Un percorso immersivo durante il quale potrai partecipare ad una simulazione di scavo, osservare la ceramica utilizzata più di 1000 anni fa, ascoltare i suoni di un’officina metallurgica medievale e comprendere il potere di acquisto delle monete antiche. Infine, potrai osservare un vero scheletro umano e sfidare gli altri visitatori nel riconoscere e indovinare i nomi delle ossa!

Visita guidata

Percorso archeologico interattivo
Percorso per adulti e bambini dai 5 anni in su
I turno: ore 16.30 - II turno: ore 17.45 (durata 1 ora e 20 minuti circa)
Partecipazione al percorso gratuita
Prenotazione percorso all’indirizzo mail bassaromandiola@gmail.com

Gratuito

Sabato 18 giugno de 16:30 à 19:30 (I turno: ore 16.30 - II turno: ore 17.45 (durata 1 ora e 20 minuti circa))

Qualunque pubblico

Emilia-Romagna, Ravenna, Lugo

Scavo del Castello di Zagonara

Via Zagonara 48022 Zagonara

https://disci.unibo.it/it/ricerca/missioni-archeologiche/missioni-archeologiche-italia/zagonara-ra

Lo scavo del castello di Zagonara è stato avviato dall’Università di Bologna nel 2017 in collaborazione con la Soprintendenza ABAP per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini.
L’insediamento di Zagonara venne fortificato, stando alle cronache, nel corso del 1217 dal Comune di Faenza, impegnato nel processo di formazione ed espansione del proprio distretto cittadino. Il castello venne poi abbandonato nel corso del XV secolo.
Le cinque campagne di scavo archeologico hanno portato alla luce la chiesa del castello, l’area cimiteriale e alcune aree produttive e residenziali, con una datazione delle evidenze rinvenute compresa tra l’XI e il XV secolo d.C.

Visita guidata

Il castello di Zagonara: archeologia e paesaggio nella Bassa Romadiola
Percorso archeologico gratuito per adulti e bambini dai 5 anni su.

I turno: ore 16.30
II turno: ore 17.45

Durata: 1 ora e 20 minuti circa.

Sabato 18 giugno potrai scoprire la storia del sito del Castello di Zagonara e conoscere più da vicino il mestiere dell’archeologo. Un percorso immersivo durante il quale potrai partecipare ad una simulazione di scavo, osservare la ceramica utilizzata più di 1000 anni fa, ascoltare i suoni di un’officina metallurgica medievale e comprendere il potere di acquisto delle monete antiche. Infine, potrai osservare un vero scheletro umano e sfidare gli altri visitatori nel riconoscere e indovinare i nomi delle ossa!

Non dimenticare: abbigliamento e scarpe comode, protezione solare, cappello e acqua!

Prenota il tuo percorso all’indirizzo mail bassaromandiola@gmail.com

Evento organizzato nell'ambito delle Giornate Europee dell'Archeologia 2022 e promosso da:
Università di Bologna - Dipartimento DISCI
Soprintendenza ABAP per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini.
Comitato beni storici di Lugo
Comune di Lugo

Gratuito

Sabato 18 giugno de 17:45 à 19:05 Sabato 18 giugno de 16:30 à 17:50

Qualunque pubblico

Emilia-Romagna, Ravenna, Ravenna

Museo Nazionale di Ravenna

Via San Vitale 17

Il Museo Nazionale di Ravenna ha sede all’interno dell'antico monastero benedettino di San Vitale. Nei due chiostri, nel refettorio e nelle salette del primo piano è esposta la più grande raccolta museale della Romagna, la cui origine deriva dal collezionismo intrapreso nelle abbazie della città già nel 1700. Il patrimonio originale è andato poi arricchendosi grazie a donazioni private e reperti da scavo. Le Arti Applicate, dai tessuti agli avori, rappresentano una gran parte delle collezioni ma il carattere originale del Museo è comunque legato all'identità della città e dei suoi monumenti tardo-antichi. Tra i reperti più prestigiosi: le evidenze dei monumenti paleocristiani e bizantini, tra cui i capitelli in marmi orientali, le transenne di San Vitale e la sinopia di Sant'Apollinare.

Contenuto digitale

Aqua et salus. Teodorico e l’acquedotto di Ravenna
Il prestito della fistula di VI secolo per la mostra di Treviri “The Fall Of The Roman Empire” è l’occasione per riscoprire un reperto esteticamente anonimo ma di grandissima importanza storica. Si tratta di un frammento di conduttura, ritrovato con altri reperti negli anni ’30, recante un’iscrizione in latino. Rivela la storia di una necessità universale, quella dell’acqua potabile, di un’invenzione fondamentale, gli acquedotti, di un re “barbaro” che governò con ingegno, re Teodorico.

Gratuito

Qualunque pubblico

Emilia-Romagna, Ravenna, Cervia

Presentazione delle ricerche archeologiche sull'area di Cervia Vecchia

Darsena del Sale
1 Piazzale dei Salinari - 12 viale Alfredo Oriani 48015 Cervia (Ravenna)

https://www.soprintendenzaravenna.beniculturali.it/it/22/modulo-eventi/727/gea-presentazione-delle-r

Le Giornate Europee dell’Archeologia sono l'occasione per presentare i risultati della campagna di ricerche finora condotte sul sito di Cervia Vecchia e conoscere meglio questo importante sito.
L’antica città di Cervia sorgeva nel cuore dell’area delle saline. Abbandonata nel corso del XVIII secolo a causa del trasferimento dei suoi abitanti verso il luogo ove si trova tutt’oggi, i suoi resti sono scomparsi nel tempo lasciando soltanto labili tracce.
Da alcuni anni l’Università di Bologna sta svolgendo scavi per riscoprire le vestigia dell’antico abitato all’interno di un ampio progetto di studio e valorizzazione del territorio.

Conferenza

Presentazione delle ricerche archeologiche
domenica 19 giugno ore 21
Darsena del Sale
Piazzale dei Salinari 1, viale Alfredo Oriani 12
Cervia (RA)

All'incontro pubblico saranno presenti il sindaco di Cervia Massimo Medri, l'assessore alla Cultura Cesare Zavatta. La Soprintendenza Archeoloogia Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, sarà rappresentata dai funzionari archeologi Massimo Sericola e Kevin Ferrari. Per il Dipartimento di Storia, Culture e Civiltà dell'Università di Bologna saranno presenti Andrea Augenti (professore di Archeologia Medievale), Mila Bondi (assegnista) e Marco Cavalazzi (MSCA).

Gratuito

Domenica 19 giugno de 21:00 à 23:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Emilia-Romagna, Reggio nell'Emilia, Canossa, Ciano d'Enza

Area archeologica di Luceria

via Luceria 22

http://www.comune.canossa.re.it/Sezione.jsp?idSezione=1686

Incontro 'Archeologia in luce'. Presentazione del nuovo allestimento dell’area archeologica di Luceria.

Le iniziative di ricerca e terza missione da tempo in corso sul territorio reggiano e parmense hanno gettato nuova luce sull’archeologia dell’antica Luceria e ne hanno consentito la restituzione alla comunità attraverso la creazione di nuovi percorsi espositivi a cura degli archeologi del Programma S.F.E.R.A.
Le azioni sono condotte grazie alla collaborazione tra Comune di Canossa, Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio per le province di BO-MO-REFE, Progetto S.F.E.R.A. dell’Università di Parma, ArcheoVea Impresa Culturale, Fondazione Manodori.

Visita guidata

Incontro 'Archeologia in luce'. Presentazione del nuovo allestimento dell’area archeologica di Luceria.
Inaugurazione del nuovo percorso di visita dell'area archeologica e visita guidata al sito al sito a cura degli Archeologi dell’Università di Parma.

Venerdì 17 giugno, dalle ore 17:30 alle 21:00
17:30-19:00 saluti e inaugurazione
19:00-20:00 visita guidata
20:00-21:00 visita guidata

Evento gratuito. Per informazioni info@archeovea.it

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 17:30 à 21:00

Qualunque pubblico

Friul-Venezia Giulia, Udine, Aquileia

Museo archeologico nazionale di Aquileia

via Roma 1 - 33051 Aquileia

Il Museo Archeologico Nazionale di Aquileia è il complesso museale più antico e visitato di una delle mete più attrattive per il turismo culturale della regione Friuli Venezia Giulia, il sito archeologico di Aquileia, dal 1998 dichiarato Patrimonio mondiale dell'Umanità (UNESCO). Inaugurato nel 1882 dal governo austriaco nella sede della neoclassica Villa Cassis Faraone, dal 2018 il museo si presenta in una nuova veste espositiva, di moderna concezione, che pone al centro del racconto museale la città romana di Aquileia.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito web all'indirizzo www.museoarcheologicoaquileia.beniculturali.it o le pagine social (Facebook, Instagram e Twitter).

Conferenza

VENERDI 17 GIUGNO - Presentazione del volume di Giulia Cesarin sul vetro a bande d'oro
Il programma delle iniziative ideato per Aquileia in occasione delle Giornate Europee dell'Archeologia di concerto con le istituzioni e i diversi enti che a vario titolo si occupano di archeologia nel sito Unesco comprende un calendario ricco di appuntamenti.

Si inizia VENERDI' 17 GIUGNO ALLE ORE 17.30 al MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE con la presentazione del volume dedicato alle produzioni di vetro a bande d'oro: “Gold-band Glass. From Hellenistic to Roman luxury glass production“ di Giulia Cesarin, a cura dell'archeologa e specialista di vetro antico Luciana Mandruzzato, con la partecipazione del prof. Jacopo Bonetto dell'Università degli Studi di Padova.

Il vetro a bande d'oro è una produzione di lusso ellenistico-romana che prevede una tecnica di lavorazione dal complesso processo produttivo. In particolare, per l'età romana, Aquileia e Roma vengono comunemente riconosciute quali possibili sedi produttive. Il volume di Giulia Cesarin rappresenta l'esito di un lungo lavoro di studio, approfondimento e ricerca su questa particolare produzione artistica, iniziato nel 2013 nell'ambito di un progetto di dottorato svolto in cotutela tra l'Università degli Studi di Padova e l'Università di Colonia in Germania.

Giulia Cesarin ha frequentato con profitto l'Università degli Studi di Padova, concentrando i propri studi fin dai primi anni sul vetro antico e, già a partire dalla tesi magistrale, sulle produzioni in vetro con utilizzo di foglia d'oro. La sua indagine è poi proseguita nel tentativo di approfondire gli aspetti tecnologici della produzione e le correlazioni tra le diverse tecniche di lavorazione.

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 17:30 à 18:30

Adulti

Scuole :

Superiori

Conferenza

SABATO 18 GIUGNO - Conferenza “ I mosaici in archeologia: tecniche di rilevamento e documentazione digitale“
Sabato 18 GIUGNO ALLE ORE 11.15 al MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE l'archeologo Marco Menichini terrà un incontro dal titolo “I mosaici in archeologia: tecniche di rilevamento e documentazione digitale“, in cui illustrerà le principali tecniche di rilievo digitale e acquisizione delle immagini utilizzate in archeologia per la documentazione dei tessellati musivi.

La partecipazione è gratuita. Prenotazione obbligatoria a bookshopmanaquileia@beniculturali.it / 0431 91016.

Marco Menichini è archeologo libero professionista, laureatosi presso l'Università degli Studi di Perugia e diplomatosi alla Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell'Università La Sapienza di Roma. Ha scavato in Italia e all'estero (Turchia, Kuwait) e ha partecipato a numerosi progetti di recupero e valorizzazione di siti archeologici dell'Italia centrale. Ha in seguito seguito un corso di perfezionamento in Geomatica per la Conservazione dei Beni culturalil presso l'Università degli Studi di Firenze, concentrando i propri interessi sugli aspetti legati alle tecniche di rilevamento e modellazione digitale in archelogia. Dal 2021 collabora con la Direzione regionale musei del Friuli Venezia Giulia, e in particolare con il Museo archeologico nazionale di Aquileia, nell'ambito degli Incarichi di collaborazione promossi dal Ministero della Cultura - Direzione Generale Musei.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 11:15 à 12:15

Famiglie, Adulti, Scuole

Scuole :

Medie, Superiori

Friul-Venezia Giulia, Udine, Cividale del Friuli

Museo Archeologico Nazionale di Cividale del Friuli

Piazza Duomo, 13

https://museoarcheologicocividale.beniculturali.it/

L’Isola dei Giganti e i tesori del Sinis
Venerdì 17 e sabato 18 giugno 2022

Presso il Museo Archeologico Nazionale di Cividale venerdì 17 giugno alle ore 18.00 verrà inaugurata la mostra fotografica “L’Isola dei Giganti e i tesori del Sinis“ a cura della Fondazione Mont’e Prama.
Con lo spirito di condivisione, confronto e collaborazione verso le variegate e ricche realtà archeologiche del nostro Paese, siamo lieti di ospitare questa importante occasione di reciproca conoscenza. La mostra, allestita all’interno dello spazio espositivo del Museo e inclusa nel biglietto di ingresso, rimarrà aperta fino al 3 luglio 2022.

Conferenza

ll Sinis e i suoi tesori archeologici
Sabato 18 giugno alle ore 10.30 siete tutti invitati in Museo per un momento di approfondimento sul tema con la conferenza “Il Sinis e i suoi tesori archeologici“.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 10:30

Famiglie, Adulti, Qualunque pubblico, Scuole

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Lazio, Frosinone, Castrocielo

Aquinum

Via Latina, 1, 03030 Castrocielo FR

https://aquinum.wordpress.com/

L’antica città di Aquinum sorgeva nella media valle del Liri, ai piedi del gruppo del monte Cairo (m. 1.669) in una vasta area pianeggiante lambita ad est da tre antichi laghi oggi prosciugati e bonificati (Vallone di Aquino), dove scorre un corso d’acqua, affluente di sinistra del Liri, denominato Le Forme d’Aquino.
Attualmente la città romana si estende in gran parte nel territorio comunale di Castrocielo (FR), così come l’Area archeologica recentemente inaugurata. Dal 2017 Aquinum è Monumento Naturale Regionale (D.P.R.L. 29 settembre 2017, n. 161 B.U.R.12 ottobre, n. 82; S.O. n. 1) costituito da due zone, una di 129 ettari con i resti monumentali della città tardo repubblicana e imperiale e l’altra di 3 ettari, istituita a tutela della zona umida della sorgente Capo d'Acqua.

Visita guidata

Le Terme Vecciane di Aquinum
Visita dell'edificio termale con gli archeologi impegnati sullo scavo.
20 persone per turno.
Per prenotazioni: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-giornate-europee-dellarcheologia-visita-aquinum-362575742807

Gratuito

Domenica 19 giugno de 10:00 à 17:00 (10; 11; 12; 15; 16; 17 orari di inizio delle visite guidate (20 persone per turno))Sabato 18 giugno de 10:00 à 17:00 (10; 11; 12; 15; 16; 17 orari di inizio delle visite guidate (20 persone per turno))

Qualunque pubblico

Scuole :

Scuole dell’infanzia, Elementari, Medie, Superiori

Conferenza

Aquinum: la poderosa città dell'acqua
Conferenza di presentazione della campagna di scavo 2022.
40 persone.
Per prenotazioni: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-giornate-europee-dellarcheologia-visita-aquinum-362575742807

Gratuito

Sabato 18 giugno de 18:00 à 19:00 (prenotazioni: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-giornate-europee-dellarcheologia-visita-aquinum-362575742807)

Qualunque pubblico

Visita guidata

I Romani alle Terme
Teatro immersivo nella nuova sala e visita notturna multimediale dell'area delle terme centrali.
15 persone.
Per prenotazioni: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-giornate-europee-dellarcheologia-visita-aquinum-362575742807

Gratuito

Sabato 18 giugno de 19:30 à 20:30 (per prenotazioni: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-giornate-europee-dellarcheologia-visita-aquinum-362575742807)

Qualunque pubblico

Lazio, Frosinone, Arce

Parco Archeologico di Fregellae

Parco Archeologico di Fregellae: SS. 82 Valle del Liri km 84,600, Arce (FR)

sites.google.com/comune.arce.fr.it/fregellae/home

Fregellae tra edilizia pubblica e privata.
Nella giornata di domenica 19 giugno, presso il Parco Archeologico di Fregellae (Comune di Arce), si potranno visitare le antiche vestigia della città di Fregellae. La visita al sito sarà guidata dal Direttore scientifico del Parco. I turisti verranno coinvolti in un viaggio a ritroso nel tempo che consentirà loro di comprendere le vicende legate alle trasformazioni della città fino alla sua distruzione operata dai romani nel 125 a.C. Presso il sito archeologico saranno presenti, inoltre, stand enogastronomici di degustazione dei prodotti tipici del territorio. Le visite guidate al sito sono previse nei seguenti orari:
ore 9:00, ore 11:00, ore 15:00
Il biglietto di ingresso al Parco, comprensivo del servizio di guida, è di euro 3 a persona.

Degustazione

Stand enogastronomici
Degustazione e vendita di prodotti enogastronomici del territorio

3.00 €, Ci sono tariffe scontate

Domenica 19 giugno de 09:00 à 17:00

Bambini, Famiglie, Scuole

Accessibilità

Disabilità mentale

Lazio, Frosinone, Ceprano

Museo Archeologico di Fregellae "A. Maiuri"

Corso della Repubblica 2, Ceprano (FR), 03024

https://linktr.ee/MAFregellae

In occasione della giornata europea dell’archeologia un percorso alla scoperta della storia e della simbologia del territorio, dal Parco Archeologico al Museo. La giornata inizierà con la visita al Parco di Fregellae, proseguirà attraverso un percorso urbano che ci permetterà di ammirare la Chiesa di Santa Maria Maggiore, la Chiesa dell’Annunziata , la Torre Medievale e gli Antichi Portali della Via Latina con il ricercatore storico e autore di libri sul tema Giancarlo Pavat e di Teresa Ceccacci, Scrittrice e Direttore Scientifico del Museo di Fregellae.
La giornata terminerà con la visita al Museo Archeologico di Ceprano.
E tanto altro ancora: degustazioni, prodotti del territorio e possibilità di pranzo con menù turistico presso ristoranti di zona.

Visita guidata

Visita guidata, Ceprano arcana e Fregellae
Ore 9,00 – Sito Archeologico di Fregellae (FR), il punto preciso verrà comunicato in fase di prenotazione.
Termine previsto alle ore 14.00 – Possibilità di pranzo con menù turistico presso ristorante locale. Comunicare anticipatamente adesione
---------------------------------------------
DATI TECNICI
*Obbligo scarponi da trekking o da ginnastica - Zaino - Acqua (minimo 2 litri) – snack
- Difficoltà: Poco impegnativo
A chi è rivolto? A chi abbia voglia di scoprire luoghi nuovi e sia attratto dalla storia.
Bambini/ragazzi: dai 6 anni in su.
Cani: sì
---------------------------------------------
SEZIONE SOCI ITINARRANDO:
*L'attività proposta prevede un contributo di 10 euro comprensivo di: Biglietto di ingresso al Parco Archeologico di Fregellae, Trekking urbano, biglietto di ingresso al Museo Archeologico di Ceprano, bus navetta di ritorno da Ceprano a Fregellae. Pagamento anticipato su conto bancario o PostePay.

10.00 €, Ci sono tariffe scontate

Domenica 19 giugno de 09:00 à 14:00

Bambini, Famiglie, Adulti

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità mentale

La visita per le persone con disabilità motorie è fortemente consigliata per il Museo Archeologico e se ritenuto opportuno anche nel centro storico.

Degustazione

Degustazione prodotti tipici
Termine previsto della visita guidata alle ore 14.00 –degustazioni, prodotti del territorio e possibilità di pranzo con menù turistico presso un ristorante locale. Comunicare anticipatamente adesione

10.00 €, Ci sono tariffe scontate

Domenica 19 giugno de 10:00 à 14:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità visiva, Disabilità uditiva, Disabilità mentale

Circuito di scoperta

Il percorso di “Ceprano arcana e Fregellae“
Dal Parco archeologico di Fregellae, un trekking urbano fino al Museo di Ceprano.
In occasione della giornata nazionale dell’archeologia un percorso alla scoperta della storia e della simbologia del territorio.
Con Itinarrando, l’arte di camminare raccontando, Itinerari del Mistero e il Mistery Team.
Evento Patrocinato dal Comune di Ceprano e dal Comune di Arce,
Prenotazioni e maggiori dettagli: +39 380 765 18 94 , preferibilmente su WhatsApp o sms.
Attività destinata ai soci Itinarrando, con possibilità di entrare nell'associazione per l'accasione della camminata del 19 giugno.
Per i soci la quota di €10 che comprende: Biglietto di ingresso al Parco Archeologico di Fregellae, Trekking urbano, biglietto di ingresso al Museo Archeologico di Ceprano, bus navetta di ritorno da Ceprano a Fregellae.

10.00 €, Ci sono tariffe scontate

Domenica 19 giugno de 09:00 à 14:00

Bambini, Famiglie, Adulti

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità mentale

Lazio, Latina, Terracina

Foro Emiliano di Terracina

Piazza Municipio 04019 Terracina

La piazza del Foro Emiliano con i suoi monumenti e il sottostante sistema di gallerie sostruttive costituisce un complesso monumentale di eccezionale valore archeologico, architettonico ed urbanistico; il lastricato, in particolare, databile fra la fine del I sec. a.C. e i primi decenni del I sec. d.C., è considerato un esempio unico di pavimentazione di età romana, ancora in uso dopo circa 2.000 anni con funzione di centro primario della vita amministrativa, civile e religiosa della città. Molto importante è anche l’adiacente teatro romano, da alcuni decenni oggetto di scavi archeologici che hanno restituito buona parte delle strutture antiche e importanti reperti scultorei.

Visita guidata

Il Foro Emiliano di Terracina e i suoi monumenti
Venerdì 17 giugno: Il Foro Emiliano e l'architettura sacra.
Sabato 18 giugno: Il Foro Emiliano e il teatro romano.
Domenica 19 giugno: Il Foro Emiliano e il sistema sostruttivo (esterno).

3.00 €, Ci sono tariffe scontate

Domenica 19 giugno de 18:00 à 20:00 Sabato 18 giugno de 18:00 à 20:00 Venerdì 17 giugno de 18:00 à 20:00

Qualunque pubblico

Lazio, Latina, Priverno

Museo Archeologico di Priverno

Piazza Giovanni XXIII, 04015 Priverno LT

www.privernomusei.it

Un Museo che mette in mostra i risultati di un ventennio di attività di scavo e ricerca per raccontare la storia di Privernum romana. Ospitato in una dimora storica di prestigio, in pieno centro cittadino, il Museo Archeologico, attraverso una collezione di oltre 1000 pezzi accompagnata da un efficace apparato didattico, offre un percorso di visita, articolato in 13 sale, che porta a scoprire le più antiche fasi di vita del territorio, dall’età protostorica al nascere e alla vita della colonia romana di Privernum, e ne ricompone un’immagine plasmata in tutti i variegati e molteplici aspetti di quella che fu la sua vita cittadina durante tutta l’età romana (secc. V-VI d.C.) fra ricchissimi mosaici, statue, ritratti, iscrizioni e oggetti della vita quotidiana.

Circuito di scoperta

Rovistando nei magazzini di scavo. Ricerca, catalogazione, conservazione e i reperti riprendono vita
Una visita speciale nei magazzini di scavo del Museo Archeologico accompagnati da un archeologo che, reperti alla mano, illustrerà la metodologia di studio dei vari materiali, per far comprendere come questi oggetti divengano testimoni della storia.

Gratuito

Sabato 18 giugno de 17:00 à 19:00
Accessibilità

Disabilità visiva

Dimostrazione

La bottega dello scultore, dalla pietra al monumento
Incontro laboratorio con Giovanna Campoli, pittrice e scultrice, che si terrà all'interno delle sale del Museo Archeologico. L'artista illustrerà le tecniche di realizzazione di una scultura architettonica e farà conoscere al pubblico arte e trucchi di questo antico mestiere.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 18:00 à 19:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle, Disabilità visiva

Lazio, Latina, Priverno

Parco Archeologico Privernum

Strada Regionale 609 Carpinetana - Inizio strada per Maenza- Località Mezzagosto.

Https://www.parcoprivernum.it

Il Parco archeologico Privernum apre le porte a tutti, in occasione delle Giornate Europee dell'Archeologia. Sabato 18 giugno ore 10/13
L'ingresso ed il Laboratorio di Scavo Simulato in questa speciale mattinata, sono Gratuiti.
Il laboratorio di scavo archeologico simulato si pone come obiettivo quello di educare i ragazzi, alla comprensione del mondo della ricerca storico-archeologica attraverso la pratica concreta delle tappe fondamentali che caratterizzano il mestiere dell’archeologo e del ricercatore.

Si tratta di una specifica attività pratica che risponde ampiamente alla finalità di sviluppare le attitudini e le capacità relazionali dei ragazzi, lo spirito “investigativo”, la percezione visiva e tattile, nonché le abilità manuali.

Dimostrazione

LABORATORIO DI SCAVO SIMULATO
Le nostre archeologhe e storiche dell'arte guideranno i ragazzi nella simulazione delle attività di scavo,pulizia e controllo reperti.
Alla fine sarà rilasciato l'attestato di “ARCHEOLOGO PER UN GIORNO“

8.00 €

Sabato 18 giugno de 10:00 à 1050 et de 11:00 à 11:50

Qualunque pubblico

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Accesso persone con mobilità ridotta

Lazio, Rieti, Valle del Velino

Cerealia Festival / RISERVA NATURALE REGIONALE LAGHI LUNGO E RIPASOTTILE

RISERVA NATURALE REGIONALE LAGHI LUNGO E RIPASOTTILE

www.cerealialudi.org

Lezioni aperte sulle bonifiche operate dai Romani, visite guidate all’interno della Riserva, ai reperti archeologici e ai campi sperimentali di coltivazione dei cereali, con dimostrazioni dell’antica tecnica di tintura con il guado e degustazioni a base dei prodotti agroalimentari tradizionali che caratterizzano la zona.
Una delle più belle valli dell’Appennino: un lembo di terra del Lazio che si incunea tra Marche, Umbria e Abruzzo, solcato dal fiume Velino e caratterizzato da una natura intatta e splendente, capace di regalare affascinanti scenari. Qui, dalla ricerca del senatore Strampelli, un secolo fa, sono nate importanti varietà di frumento.

Lazio, Roma, Roma

Galleria Spada

13 Piazza Capo di Ferro 00186 Roma

http://galleriaspada.beniculturali.it

Collocata all'interno di uno dei palazzi rinascimentali più belli di Roma, il cinquecentesco Palazzo Capodiferro, la Galleria Spada ospita nelle sue quattro Sale una celebre collezione di pittura barocca, creata nel corso del Seicento dai cardinali Bernardino (1594-1661) e Fabrizio Spada (1643- 1717). La finezza della raccolta, che ancora si presenta come in una quadreria del XVII secolo, conferisce a questo luogo un fascino unico, accentuato da una caratteristica dimensione “minore“ e riservata.

Visita guidata

Archeologia e collezionismo nella Galleria Spada
In occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia, la Galleria Spada dedica una visita guidata domenicale alla propria collezione archeologica, formatasi nel corso di tre secoli.
La raccolta di antichità degli Spada conserva esempi di rilievo della produzione romana imperiale e concorre ad illustrare, con le sue modifiche, i suoi restauri e i suoi allestimenti, il fenomeno del collezionismo barocco a Roma. I pezzi archeologici, esposti sugli arredi originali all’interno delle sale decorate nel Seicento, esemplificano il gusto e le scelte dei cardinali Bernardino e Fabrizio Spada e testimoniano di un particolare aspetto del collezionismo familiare, ovvero quello che si realizza per via “dotale”, attraverso l’arricchimento apportato dai patrimoni giunti attraverso i matrimoni della casata.
La visita si concluderà nel Giardino Segreto, dove si trova la stupefacente invenzione architettonica realizzata dall’architetto Francesco Borromini nel 1653, ovvero la Colonnata prospettica.
La prenotazione è obbligatoria al numero 06.6832409 (martedì chiuso)
La visita guidata è inclusa nel biglietto d'ingresso alla Galleria (intero 5 euro, ridotto 2 euro, gratuità di legge)

5.00 €, Ci sono tariffe scontate

Domenica 19 giugno de 10:30 à 11:30

Adulti

Visita guidata

The Spada Gallery and the archaeological collection
On the European Days of Archeology, the Spada Gallery dedicates a guided tour to its archaeological collection, formed over three centuries.
Generally overshadowed by the importance and notoriety of the painting collection, the Spada antiquities shows important examples of Imperial Roman sculpture and helps to illustrate the phenomenon of Roman collecting during the 17th Century. On the occasion, it will be possible to meet, as in a portrait gallery, the many faces of classical antiquity now displayed in the rooms adorned with Seventeenth-Century masterpieces collected by Cardinals Bernardino and Fabrizio Spada.
The visit ends in the Secret Garden, where architect Francesco Borromini built in 1653 the amazing Perspective Colonnade.
Reservations are required at 06.6832409 (closed on Tuesdays)
Guided tour included in museum ticket (5 euro, 2 euro)

5.00 €, Ci sono tariffe scontate

Sabato 18 giugno de 10:00 à 11:00

Adulti

Visita guidata

Il volto nascosto della Galleria Spada: la collezione archeologica
In occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia, la Galleria Spada dedica una visita guidata pomeridiana alla propria collezione archeologica, formatasi nel corso di tre secoli.
Generalmente messa in ombra dalla rilevanza e dalla notorietà della collezione di pittura, la raccolta di antichità degli Spada conserva esempi di rilievo della produzione romana imperiale e concorre ad illustrare, con le sue modifiche, i suoi restauri e i suoi allestimenti, il fenomeno del collezionismo barocco a Roma. Nell’occasione, sarà possibile incontrare, come in una galleria di ritratti, i tanti volti dell’antichità classica ora collocati nelle sale adorne dei capolavori seicenteschi dei cardinali Bernardino e Fabrizio Spada.
La visita si concluderà nel Giardino Segreto, dove si trova la stupefacente invenzione architettonica realizzata dall’architetto Francesco Borromini nel 1653, ovvero la Colonnata prospettica.
La prenotazione è obbligatoria al numero 06.6832409 (martedì chiuso)
La visita guidata è inclusa nel biglietto d'ingresso alla Galleria Spada (intero 5 euro, ridotto 2 euro, gratuità di legge)

5.00 €, Ci sono tariffe scontate

Venerdì 17 giugno de 17:30 à 18:30

Adulti

Lazio, Roma, Roma

Sito archeologico Arco di Malborghetto...

1 via Barlassina , via Flaminia km 19,400, 00036 Roma

oprintendenzaspecialeroma.it/schede/arco-di-malborghetto_2972/

Visite guidate all'Arco quadrifronte di età costantiniana, lungo la via Flaminia, collegato alla battaglia di Ponte Milvio tra Costantino e Massenzio, il 28 ottobre del 312 d.C.. Spogliato delle decorazioni esterne, fu riutilizzato nel Medio Evo come fortilizio, chiesa, casale, stazione di posta. Recuperato e restaurato alla fine del XX secolo. Contiene un piccolo museo del territorio, con reperti dai monumenti sepolcrali lungo la via Flaminia..Bella posizione panoramica sull'Agro Veientano e sulla valle del Tevere.

Visita guidata

Da Malborghetto a Ponte Milvio. L'arco di Malborghetto testimone della storia
visita guidata all'area archeologica e al museo, corredata da letture di testimonianze storiche. Sabato 18 ore 10.30; domenica 19 ore 16.30. Accesso gratuito, in piccoli gruppi a seconda della normativa vigente, con prenotazione formello@archeoclubitalia.org

Gratuito

Domenica 19 giugno de 10:30 à 12:00 Sabato 18 giugno de 10:30 à 12:00

Qualunque pubblico

impossibile l'accesso al museo se esiste difficoltà motoria.

Lazio, Roma, Roma

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia

Piazzale di Villa Giulia 9

www.museoetru.it

Fatta edificare da papa Giulio III, Giovanni Maria Ciocchi del Monte, tra il 1550 e il 1555, Villa Giulia è uno splendido esempio di villa rinascimentale. Cuore della Villa è lo splendido Ninfeo, accessibile dalla Loggia del Giardino Centrale, le cui fontane sono alimentate dall'antico Acquedotto Vergine.
Alla progettazione della Villa partecipano i più grandi artisti dell’epoca, Jacopo Barozzi da Vignola (“architetto di S. Santità“) e Bartolomeo Ammannatie Giorgio Vasari, mentre l’apparato decorativo è stato affidato a Prospero Fontana supportato da un'équipe di artisti, tra cui Pietro Venale da Imola e il giovane Taddeo Zuccari.
Nel 1889, la Villa diviene sede del Museo Nazionale Etrusco, con innumerevoli capolavori tra cui il Sarcofago degli Sposi.

Circuito di scoperta

RomArché
“RomArché. Parla l’archeologia”, festival annuale dedicato all’archeologia, in particolare agli strumenti per la divulgazione storica (libri, laboratori, rievocazione, performance), ha come fiore all’occhiello la rassegna espositiva del libro di archeologia, di antropologia, di storia e di storia dell’arte.

Quest’anno RomArché offre al pubblico un ricco programma fatto di presentazioni di libri, conferenze, incontri, rievocazione storica, laboratori didattici, visite guidate, una lezione-evento sugli Etruschi e un concerto al tramonto.

3.00 €, Ci sono tariffe scontate

Sabato 18 giugno de 09:00 à 23:00 Domenica 19 giugno de 09:00 à 19:00

Qualunque pubblico

Accessibilità

Disabilità visiva

visite tattile

Lazio, Roma, Roma

Parco Archeologico dell'Appia Antica - Villa dei Quintili

Via Appia Nuova 1092

https://www.parcoarcheologicoappiaantica.it/

Il Parco Archeologico dell’Appia Antica è un Istituto autonomo del Ministero della Cultura che esercita le proprie competenze nell’ambito della tutela, della conservazione e della valorizzazione al fine di promuovere l’ambito territoriale attraversato dall'antica via Appia con il suo patrimonio culturale, materiale e immateriale, archeologico, monumentale e paesaggistico.
Il Parco ha in consegna un ampio tratto dell’antica via Appia con i monumenti sui lati, e i siti di Cecilia Metella e Castrum Caetani, Capo di Bove, Villa dei Quintili e Santa Maria Nova, il Parco delle Tombe della via Latina, il complesso degli Acquedotti, la Villa dei Sette Bassi, l’Antiquarium di Lucrezia Romana.

Circuito di scoperta

Alla scoperta della Villa dei Quintili
In occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia, il Servizio Educativo del Parco propone nella Villa dei Quintili un’attività per bambini dai 6 ai 12 anni.
“Alla scoperta della Villa dei Quintili” porterà infatti i bimbi alla scoperta della magnifica villa di età imperiale attraverso una serie di tappe. Come in una caccia al tesoro, i partecipanti dovranno rispondere ad alcune domande e risolvere dei quiz per arrivare a scoprire i suoi tesori nascosti.
L’attività, gratuita, è aperta a un massimo di 15 bambini con prenotazione alla mail pa-appia.servizioeducativo@beniculturali.it
L’attività è gratuita. Ingresso con Appia Card o biglietto giornaliero (gratuito per gli under 18).
Appuntamento alle 9.30 all’ingresso della Villa dei Quintili in via Appia Nuova 1092.
Si consiglia di munirsi di acqua, cappelli e scarpe comode.

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 09:30 à 12:30

Bambini, Famiglie

Scuole :

Elementari

Lazio, Roma, Roma

Museo Nazionale degli Strumenti Musicali

9 A Piazza Santa Croce in Gerusalemme 00185 Roma

Museo posto all'interno dell'area archeologica del comprensorio di S. Croce in Gerusalemme a ridosso delle mura Aureliane. Nel Museo sono conservati preziosi strumenti musicali di varie epoche provenienti dalla collezione Evan Gorga e da successivi acquisti. Il Museo dispone anche di un auditorium.

Conferenza

Giornate Europee dell'Archeologia al Museo Nazionale degli Strumenti Musicali
Per le GIORNATE EUROPEE DELL’ARCHEOLOGIA il Museo Nazionale degli Strumenti Musicali propone al pubblico un ricco programma di visite guidate, conferenze e concerti.


PROGRAMMA

Venerdì 17 giugno ore 17,00

RISONANZE - SEZIONE ARCHEOLOGICA
presentazione della sezione archeologica
a cura di Sonia Martone
con la collaborazione di Massimo Monti, Carolina Vigliarolo ed Elisabetta Samà



Sabato 18 giugno ore 18,00

Musica e danza nell’antica Roma
Conferenza concerto e confronto con il pubblico
a cura di Ludi Scaenici



Domenica 19 Giugno ore 16,00
Visita guidata con la direttrice Sonia Martone
e reading musicale “Quando il colore dipinge la vita” alle 17,30


gli eventi sono inclusi nel biglietto d'ingresso al Museo - ingresso fino a esaurimento posti

5.00 €, Ci sono tariffe scontate

Domenica 19 giugno de 16:00 à 19:30 Sabato 18 giugno de 18:00 à 19:30 Venerdì 17 giugno de 17:00 à 19:30

Qualunque pubblico

Lazio, Roma, Roma

Parco archeologico di Ostia antica

717 viale dei Romagnoli 00119 Roma

Il Parco archeologico di Ostia antica, nato nel 2016, comprende l'area archeologica dell'antica città di Ostia, porta di Roma sulla foce del Tevere, con le sue ricche testimonianze legate alla vita quotidiana e ai commerci. Il Parco comprende inoltre l'area dei porti imperiali di Claudio e di Traiano, nel Comune di Fiumicino, la Necropoli di Porto all'Isola Sacra, il nuovissimo Museo delle Navi romane di Fiumicino e il Castello rinascimentale di papa Giulio II, oltre a molti altri monumenti minori.

Visita guidata

I luoghi del grano e del pane
Visita a tema agli scavi di Ostia antica condotta da Claudia Tempesta, archeologa del Parco archeologico di Ostia antica. Itinerario previsto: Mosaico delle Province, Piazzale delle Corporazioni, Grandi Horrea, Molino del Silvano, marmi e
doli del piazzale antistante all'Antiquarium, Piccolo Mercato e Caseggiato dei Misuratori di Grano, Aula dei Mensores, Caseggiato dei Doli. Durata complessiva prevista circa 2 ore, numero partecipanti max 30, prenotazione obbligatoria pa-oant.laboratorididattici@beniculturali.it

Gratuito

Sabato 18 giugno de 17:00 à 19:00

Adulti

Workshop

Dal grano...pane!
Claudia Parente, dell'associazione culturale Darwin, mostrerà ai bambini come si produceva il pane nell'antica Ostia. I partecipanti (6-13 anni) realizzeranno un impasto di pane con lievito madre, da cuocere a casa. Gratuito per bambini e accompagnatori, prenotazione obbligatoria pa-oant.laboratorididattici@beniculturali.it

Gratuito

Sabato 18 giugno de 17:00 à 18:30

Famiglie

Visita guidata

Il ciclo del pane
Al termine del laboratorio didattico “dal grano...pane“, l'archeologa Claudia Petrini accompagnerà le famiglie in una breve visita per scoprire il ciclo di produzione del pane: dagli horrea (granai) si passerà al Molino del Silivano, dove si produceva il pane, fino al thermopolium, la locanda dove veniva consumato. Gratuito per bambini (età 6-13 anni) e accompagnatori, prenotazione obbligatoria pa-oant.laboratorididattici@beniculturali.it

Gratuito

Sabato 18 giugno de 18:30 à 19:00

Famiglie

Workshop

Giochiamo insieme!
L'archeologo Franco Tella mostrerà alle famiglie come si divertivano i bambini dell'antica Ostia. Per bambini (6-13 anni) e genitori, prenotazione obbligatoria all'indirizzo pa-oant.laboratorididattici@beniculturali.it

Gratuito

Domenica 19 giugno de 17:00 à 19:00

Famiglie

Lazio, Roma, Roma

Museo Boncompagni Ludovisi per le Arti decorative, il Costume e la Moda dei secoli XIX e XX

18 via Boncompagni 00187 Roma

www.direzionemuseistataliroma.beniculturali.it/istituti/museo-boncompagni-ludovisi-per-le-ar

Casa museo dell'inizio del XX secolo appartenuta alla famiglia Boncompagni Ludovisi, destinata a centro di promozione e documentazione delle Arti decorative, della Moda e del Costume, inteso come evoluzione del gusto sociale, del periodo moderno.

Visita guidata

Racconti di archeologia: dagli Horti Sallustiani al Villino Boncompagni Ludovisi
In occasione delle Giornate Europee dell'Archeologia dal 17 al 19 giugno, il Museo Boncompagni Ludovisi dedicherà delle visite tematiche al passato “archeologico“ del Villino Boncompagni Ludovisi.

Visite guidate gratuite a cura di Alba Serino (max 25 persone a visita - prenotazione telefonica obbligatoria +39 06 42824074)

venerdì 17 giugno ore 17.30 (visita in italiano)

sabato 18 giugno ore 17.30 (visita in italiano)

domenica 19 giugno ore 17.00 (visita in italiano)

domenica 19 giugno ore 18.00 (visita in inglese)

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 17:30 à 18:30 Sabato 18 giugno de 17:30 à 18:30 Domenica 19 giugno de 17:00 à 18:00 Domenica 19 giugno de 18:00 à 19:00

Famiglie, Adulti

Accessibilità

Difficoltà motorie/sedie a rotelle

Lazio, Roma, Roma

Parco dell'Aqua Virgo

via di Pietralata 168, Roma

In Via di Pietralata corre uno dei pochi tratti di Acquedotto Vergine costruito fuori terra. Il tempo e i numerosi interventi di manutenzione hanno trasformato l’aspetto dell’antico acquedotto antico fino a farlo sembrare un muro. L’osservazione della struttura sarà l’occasione per far conoscere ai cittadini un magnifico monumento e le sue trasformazioni nel tempo.
La Sovrintendenza in collaborazione con L’associazione Culturale Quattro Sassi offre un laboratorio aperto a tutti, affinchè ciascuno contribuisca con la sua osservazione e con la propria esperienza personale alla lettura delle fasi storiche del monumento, mettendo in gioco capacità di analisi e curiosità.

Workshop

Archeologi per un giorno: la storia sulle pareti dell’Aqua Virgo
È prevista traduzione in Lingua dei segni italiana-LIS.
Le persone sorde potranno prenotare tramite il servizio multimediale gratuito CGS Comunicazione Globale per Sordi di Roma Capitale -collegandosi al sito https://cgs.veasyt.com/ dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 18.30 e il sabato dalle ore 8.30 alle ore 13.30. 

Gratuito

Domenica 19 giugno de 10:30 à 12:00

Qualunque pubblico

Lazio, Roma, Roma

Parco Archeologico dell'Appia Antica - Tombe della via Latina

Via dell'Arco di Travertino 151, 00178, Roma

https://www.parcoarcheologicoappiaantica.it/

Il Parco Archeologico dell’Appia Antica è un Istituto autonomo del Ministero della Cultura che esercita le proprie competenze nell’ambito della tutela, della conservazione e della valorizzazione al fine di promuovere l’ambito territoriale attraversato dall'antica via Appia con il suo patrimonio culturale, materiale e immateriale, archeologico, monumentale e paesaggistico.
Il Parco ha in consegna un ampio tratto dell’antica via Appia con i monumenti sui lati, e i siti di Cecilia Metella e Castrum Caetani, Capo di Bove, Villa dei Quintili e Santa Maria Nova, il Parco delle Tombe della via Latina, il complesso degli Acquedotti, la Villa dei Sette Bassi, l’Antiquarium di Lucrezia Romana.

Spettacolo

Captio virginis, rievocazione storica
Alle 9.30 e alle 11.30 l’area archeologica delle tombe della via Latina ospiterà la Captio virginis, rievocazione storica del Gruppo Storico Romano.
Un viaggio nell’antica Roma con la rappresentazione della Captio virginis, ovvero “la presa della vergine”. Nel corso delle due rappresentazioni sarà ricordato il rito romano nel corso del quale il Pontefice Massimo (la più alta carica religiosa), nominava una nuova vestale, scelta tra le fanciulle patrizie. A partire da quel momento la vestale lasciava la patria potestas e andava ad abitare presso l’atrium Vestae, nel foro romano.
Attività gratuita senza prenotazione.

Gratuito

Domenica 19 giugno de 09:30 à 13:00

Bambini, Famiglie, Adulti, Qualunque pubblico

Lazio, Roma, Roma

Parco Archeologico dell'Appia Antica - Complesso di Capo di Bove

Via Appia Antica 222

https://www.parcoarcheologicoappiaantica.it

Il Parco Archeologico dell’Appia Antica è un Istituto autonomo del Ministero della Cultura che esercita le proprie competenze nell’ambito della tutela, della conservazione e della valorizzazione al fine di promuovere l’ambito territoriale attraversato dall'antica via Appia con il suo patrimonio culturale, materiale e immateriale, archeologico, monumentale e paesaggistico.
Il Parco ha in consegna un ampio tratto dell’antica via Appia con i monumenti sui lati, e i siti di Cecilia Metella e Castrum Caetani, Capo di Bove, Villa dei Quintili e Santa Maria Nova, il Parco delle Tombe della via Latina, il complesso degli Acquedotti, la Villa dei Sette Bassi, l’Antiquarium di Lucrezia Romana.

Conferenza

Considerazioni sulla campagna di scavo al Castrum Caetani: un impianto medievale da riscoprire
Domenica 19, a partire dalle 16.00, nel Complesso di Capo di Bove, in via Appia antica 222, un pomeriggio di studi tutto dedicato ai primi risultati emersi nel corso degli scavi del Castrum Caetani.
Nel corso dell’incontro saranno presentati gli esiti preliminari delle indagini e saranno mostrati al pubblico alcuni tra i più interessanti reperti riportati in luce nel corso delle indagini.
In occasione delle Giornate Europee dell'Archeologia, un pomeriggio di studi tutto dedicato ad illustrare i primi risultati disponibili dallo scavo che si è recentemente chiuso al Castrum Caetani e che, finalmente, ha documentato su base stratigrafica la reale portata dell'insediamento che i Caetani tentarono alle porte di Roma, ad inizio del Trecento.
Una serie di ulteriori relazioni, affidate ad esperti archeologi e storici, contestualizzeranno il tentativo di Bonifacio VIII di spostare l'asse del suo potere da Anagni a Roma, causando la prima crociata della storia tra due famiglie pienamente cristiane, come i Caetani e i Colonna.
Durante l'evento sarà possibile vedere anche i più significativi reperti recuperati dallo scavo, i quali verranno illustrati dagli archeologi di Eos Arc che hanno condotto sul campo la ricerca.

PROGRAMMA:
Ore 16,00: arch. Simone Quilici (Direttore Parco Archeologico dell’Appia Antica): Un progetto di archeologia pubblica per il Parco dell’Appia
Ore 16,15: dott. Emanuele Giannini (Eos Arc): Dallo scavo alla
valorizzazione
Ore 16,30: dott. Emiliano Bultrini (Università di Tor Vergata):
La parabola dei Caetani a Roma tra Bonifacio VIII e Clemente V
Ore 17,00: prof. Giuseppe Romagnoli (Università della Tuscia): L'incastellamento nel Lazio settentrionale: archeologia e storia
Ore 17,30: dott. Stefano Roascio (Parco Archeologico dell’Appia Antica): Il Castrum Caetani, tracce di una villanova interrotta
Ore 18,00: prof. Pio Pistilli (Università La Sapienza): Caratteri delle committenze Caetani tra fine XIII e primi del XIV secolo
Ore 18,30: dott. Valerio Frabotta (EosArc), dott. Gianfranco De Rossi (EosArc): il tavolo dei reperti, spaccato della cultura materiale dallo scavo

Gratuito

Qualunque pubblico

Lazio, Roma, Roma

ICA - Istituto Centrale per l'Archeologia

Via di San Michele, 22

http://www.ic_archeo.beniculturali.it/

L’ICA è un istituto del Ministero della Cultura dotato di autonomia speciale che svolge funzioni in materia di studio e di ricerca nel settore dell’archeologia. Nell’ambito di tali attività si occupa di linee di indirizzo, standard, misure di coordinamento e, in particolare, della predisposizione di linee guida, elaborate in accordo col Servizio II – Tutela dei beni archeologici della DG ABAP, in materia di salvaguardia, conservazione e tutela del patrimonio archeologico. Promuove a livello internazionale il ruolo dell’archeologia italiana, anche organizzando in Italia e all’estero iniziative apposite, convegni, seminari, esposizioni temporanee e rendendo noti mediante pubblicazioni scientifiche i risultati delle ricerche effettuate.

Workshop

ACQUA, FUOCO E FARINA - processi di panificazione tra etnoarcheologia e cultura materiale
Per l'edizione 2022 delle Giornate Europee dell'Archeologia, l'ICA organizza, in collaborazione con la Soprintendenza speciale di Roma, il Parco archeologico di Ostia antica e l'Ufficio VI della Direzione generale per la Diplomazia pubblica e culturale del MAECI, una due giorni di iniziative sul tema della panificazione, tra passato e presente, che avrà come protagoniste varie équipe di ricerca che operano in Italia e all'estero.

Si parte con il Workshop di venerdì 17 giugno, ospitato nella meravigliosa sede del Museo Ninfeo di Piazza Vittorio a Roma (e in diretta streaming sulla pagina Facebook dell'ICA) che si chiuderà con una “degustazione a tema“.

Nei giorni che precedono l'evento l'ICA pubblicherà quotidianamente sul proprio canale YouTube una selezione dei video ricevuti in esito alla call lanciata lo scorso mese di marzo. I video, tutti incentrati sulla tematica della produzione del pane, verranno rilasciati all’interno dell’apposita playlist intitolata “Il nostro video quotidiano” pensata come introduzione tematica al workshop.

Sabato 18 giugno le iniziative si sposteranno al Parco archeologico di Ostia antica, con laboratori didattici per bambini e una visita guidata che toccherà “i luoghi del grano e del pane“.

Gratuito

Venerdì 17 giugno de 10:00 à 17:00

Qualunque pubblico

Scuole :

Superiori

Lazio, Roma, Civitavecchia

Il passaggio dei Longobardi in Italia

3 via Braccianese Claudia 00053 Civitavecchia

https://www.lemusenews.it/

Evento online. Documento di carattere storico “Il passaggio dei Longobardi in Italia“ a cura della giornalista Sara Fresi (laureata magistrale Storia e Società) verrà pubblicato nel quotidiano web Le Muse News - www.lemusenews.it, sezione “Attività di Ricerca“.
Il progetto ha l'obiettivo di argomentare aspetti sociali, economici, politici e culturali dei Longobardi. Verrà menzionato il Sito Unesco “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)“ costituito da: il Tempietto Longobardo a Cividale del Friuli; il complesso monastico di San Salvatore e Santa Giulia a Brescia; il castrum di Castelseprio-Torba; il Tempietto del Clitunno a Campello; la Basilica di San Salvatore a Spoleto; la Chiesa di Santa Sofia a Benevento; il Santuario Garganico di San Michele a Monte Sant’Angelo.

Contenuto digitale

Il passaggio dei Longobardi in Italia
Documento di carattere storico “Il passaggio dei Longobardi in Italia“ a cura della giornalista Sara Fresi (laureata magistrale Storia e Società) verrà pubblicato nel quotidiano web Le Muse News - www.lemusenews.it, sezione “Attività di Ricerca“.
Il progetto ha l'obiettivo di argomentare aspetti sociali, economici, politici e culturali dei Longobardi. Verrà menzionato il Sito Unesco “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)“.

Gratuito

Qualunque pubblico

Lazio, Roma, Roma

Villa di Massenzio

Via appia Antica 153

L’evento permetterà al pubblico di immergersi nella storia attraverso un processo che passa per la curiosità, l’interazione, il coinvolgimento, la partecipazione e la restituzione.
L’obiettivo è quello di far acquisire conoscenza e consapevolezza del proprio passato e delle tradizioni attraverso un approccio alternativo e complementare a quello spesso proposto dalla scuole. Le attività proposte consentiranno di toccare con mano quello che adulti e bambini hanno letto nei libri e visto nei documentari.

Workshop

Fortuna Victrix
Si offrirà un salto indietro nel tempo, permettendo di capire come vivevano, quali fossero le abitudini e i giochi degli antichi. Saranno allestiti tavoli didattici e laboratori sui temi: esercito, abbigliamento, medicina, alimentazione, cosmesi, conio e monetazione, agrimensura, affresco, mosaico e tessitura. Si svolgeranno inoltre spettacoli che metteranno in scena i riti sacri e danze storiche, sono previsti inoltre approfondimenti sull’armamento dei legionari e sulle funzioni dei pretoriani

Gratuito

Domenica 19 giugno de 10:00 à 18:00 Sabato 18 giugno de 10:00 à 18:00

Qualunque pubblico

-->